Kevin Spacey, è morto uno degli uomini che l'aveva accusato di molestie

Gli eredi della vittima potrebbero comunque portare avanti la causa.

Un colpo di scena alla House of Cards. Uno degli uomini che ha accusato di molestie sessuali Kevin Spacey, un massaggiatore il cui nome non è mai stato reso noto, è morto. Tra meno di un anno, nel mese di giugno, si sarebbe dovuto tenere il processo, con il divo due volte premio Oscar imputato.

Parola del New York Post, che ha messo mano ai documenti del tribunale. Lo scorso 11 settembre gli avvocati di Spacey sono stati informati del decesso improvviso del querelante.

Non sono state fornite ulteriori informazioni o dettagli al legale del signor Spacey. Ma il legale del querelante ha dichiarato che intendeva informare la Corte con ulteriori informazioni in un futuro momento opportuno.

L'uomo aveva accusato pubblicamente Spacey di molestie nel 2018, ovvero nel pieno della bufera che ha travolto Kevin. A suo dire, l'attore avrebbe afferrato la sua mano, nel corso di un massaggio avvenuto nel 2016 nella sua residenza di Malibu, portandosela sui suoi geniali. Non contento, il divo de I Soliti Sospetti avrebbe anche provato a baciarlo, chiedendogli esplicitamente di fare sesso. Il massaggiatore è a quel punto scappato. Spacey, ovviamente, ha sempre negato qualsiasi accusa. La causa intentata dall'uomo, ormai deceduto, potrebbe essere impugnata dai suoi eredi, ma l'anonimato da lui chiesto e ottenuto cadrebbe automaticamente.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail