Simone Di Matteo contro Teresa Cilia e Mario Serpa: "Ricordate da dove venite?" Lei risponde: "Io sì e tu chi sei?"

Lo scrittore si rivolge all'ex tronista che risponde con una frecciata...a Raffaella Mennoia?

Sembrava destinata ad una pausa la querelle scoppiata nel pieno dell'estate fra Teresa Cilia, Mario Serpa e Raffaella Mennoia ma qualcuno ha riacceso gli animi e risponde al nome di Simone di Matteo, amico inseparabile di Tina Cipollari con cui ha trascorso anche l'avventura a Pechino Express nel 2016.

Tutto (ri)nasce da un articolo pubblicato su Io spio intitolato Mai mordere la mano di chi ti nutre dove lo scrittore ha da ridire su quelle che a suo dire sono "insensate polemiche al vetriolo" da parte di  "morti di fama" che "non avrebbero avuto di che vivere" se non fosse stato per le trasmissioni di Maria de Filippi. A questo punto quindi arriva l'accusa ai diretti interessati:

Volevo chiedere a Mario Serpa e Teresa Cilia se avessero, per caso, dimenticato chi sono e da dove vengono. Non dovrei essere io ricordarglielo ma ogni tanto non farebbe male a nessuno un piccolo esame di coscienza.

Dritta per dritta arriva la replica di Teresa dopo qualche riflessione sul rispondere o meno alla provocazione:

Tu fai una domanda a me ma tu stai facendo lo stesso. Farsi pubblicità scrivendo il nome di altre persone è la stessa e identica cosa. Quindi a questo punto è meglio tacere e farsi gli affari propri. Ma visto che non è così, sì ricordo bene da dove vengo. Assolutamente, ci mancherebbe. Ricordo anche come mi chiamo. E soprattutto ricordo che tutto quello che ho fatto nella mia vita l’ho fatto con la mia faccia non con la tua. Piuttosto, tu da dove vieni e soprattutto chi sei? Perché non l’ho capito.

I dubbi iniziali di Teresa puntavano proprio sul perché proprio Simone di Matteo l'abbia attaccata in questa maniera, così dopo aver fatto qualche considerazione la Cilia è giunta alla conclusione che fra la redazione di Uomini e Donne (nella quale è presente Raffaella Mennoia) e lo scrittore ci sarebbe una buona sintonia, per questo dopo aver respinto le critiche, provocatoriamente conclude:

Ah forse ho capito chi sei, aspetta che mi sistemo i capelli, li faccio un po' così, cià...

Un riferimento che a tanti è sembrato non troppo velato per l'autrice. Mentre Mario Serpa, coinvolto anche lui nell'articolo di di Matteo non ha ancora replicato.

 

  • shares
  • Mail