Flavio Montrucchio: "Sex symbol su Instagram? Non mi spoglio per aumentare i like"

Il conduttore piemontese parla della propria carriera e del suo rapporto con la compagna Alessia Mancini

Flavio Montrucchio sta vivendo un periodo d'oro della propria carriera. Dopo il successo di Primo Appuntamento, che lo ha incoronato "re di cuori" della televisione italiana, si appresta a condurre l'edizione All Stars di Bake Off Italia. Forte della sua popolarità, ai massimi dai tempi del Grande Fratello, il conduttore piemontese si è confessato sulle pagine del settimanale Chi, tra vita privata e carriera.

Tra i tanti incontri al buio che ha presieduto su Real Time, il primo appuntamento avuto con l'attuale moglie, la showgirl Alessia Mancini, è stato sotto la luce dei fuochi d'artificio di un Capodanno di tanti anni fa. Convolati a nozze nel 2003 e con due figli, Mya e Orlando, i due si sono conosciuti casualmente qualche giorno prima del 31 dicembre, per poi incontrarsi nuovamente proprio nell'ultimo giorno dell'anno. Una storia che procede da più di quindici anni e che non ha mai conosciuto pettegolezzi di ogni sorte. Quale il segreto della stabilità, così rara per le coppie fra celebrità?

La mia pazienza. Scherzi a parte, non c'è una formula magica. Avendo entrambi un carattere forte, discutiamo molto e ci punzecchiamo di continuo un po' stile Sandra e Raimondo. Le scintille scattano per l'educazione dei figli. I bambini sono motivo di unione ma anche di forte scontro. Per fortuna arriviamo sempre al giusto compromesso. [...] Un nuovo bebè? Per ora no, ma non mettiamo limiti alla provvidenza.

Nessuna gelosia fra i due bellissimi, se non quella propria di tutte le coppie innamorate, mai morbosa, nonostante Montrucchio sui social non passi di certo inosservato per il suo fisico mozzafiato e lo sguardo di ghiaccio:

Quello è divertimento, sono foto del mio quotidiano, che per altro mi scattano mia figlia o mia moglie. Se sto al mare metto una foto in costume, se vado in montagna, una in tuta da sci. Non c'è una strategia e non mi spoglio per aumentare i like. Sex symbol? Al massimo ci rido su.

Nell'intervista, il conduttore ha ricordato gli esordi nel mondo televisione, quando lasciò il posto fisso in banca e i genitori basiti per quell'azzardo di cui oggi vanno molto orgogliosi. E se i suoi figli decideranno di lavorare nel piccolo schermo, "saranno liberi di fare ciò che desiderano". Chissà se uno dei due vorrà intraprendere la carriera da attore o attrice, riuscendo in quello che il papà ha definito "un lavoro capitato, non che lo volessi davvero":

Quello dell'attore è un mestiere da privilegiati e per farlo devi essere mosso da una passione che io avevo esaurito, nonostante abbia avuto la fortuna di aver fatto per molti anni una fiction dietro l'altra. Ho più una vena da commedia, invece mi chiamavano solo per fare il belloccio, il medico o il poliziotto. E non mi andava più. Se avessi continuato a recitaare, l'avrei fatto ancora peggio di come lo facessi. Con Tale e Quale Show è scattato il clic che mi ha spinto alla conduzione.

Eppure la più grande delusione ha proprio a che fare con la recitazione. Venne provinato per Mine vaganti di Ferzan Özpetek, regista che ama e stima, ma non venne richiamato per essere scritturato. Un perfetto concorrente di Amici Vip, fanno notare dal settimanale di Alfonso Signorini, che tuttavia ora punta tutto sul proprio lavoro da conduttore.

  • shares
  • Mail