Cristiano Ronaldo, gli avvocati pagarono il silenzio di Mayorga

La modella sarebbe stata pagata 375mila dollari allo scopo di assicurarsene il silenzio.

Gli avvocati del calciatore Cristiano Ronaldo hanno fatto vedere in aula per la prima volta i documenti che mostrano la somma versata allo scopo di mettere a tacere le accuse di violenze sessuali contro Kathryn Mayorga in un albergo di Las Vegas nel 2009. Ronaldo continua a dire che il rapporto fu consensuale e il 23 luglio i procuratori di Las Vegas hanno dichiarato che le prove non fossero sufficienti per accusare il calciatore.

Resta tuttavia ancora aperta una causa parallela. La modella dichiarava che il CR7 l’avesse pagata 375mila dollari per un patteggiamento e un accordo di riservatezza dopo che lei l’aveva accusata di molestie sessuali. L'anno scorso, Mayorga ha intrapreso un’azione legale allo scopo di invalidare l’accordo, sostenendo che Ronaldo e i suoi legali avessero approfittato di una sua condizione di fragilità emotiva per costringerla a firmare il documento.

Stando agli avvocati del calciatore invece, nulla faceva ritenere che Mayorga non fosse pienamente consapevole dell’impegno che stava prendendo.

Riassumiamo per sommi capi la vicenda: il giorno successivo all’accaduto a Las Vegas nel 2009, Mayorga, all'epoca dei fatti 25enne, contattò la polizia di Las Vegas per denunciare violenze sessuali ma tuttavia senza voler nominare l’aggressore. L'accusa è stata poi archiviata dalla polizia per la mancanza di indizi sull’identità dell’aggressore, dopo che la modella si era sottoposta agli esami medici necessari che avevano fatto emergere ferite e una tumefazione anale. Mesi dopo, l’accordo fu firmato, ma dieci anni dopo, nel 2018, Mayorga decise di indire una causa civile all'indirizzo di Cristiano Ronaldo.

Foto: account Instagram Cristiano Ronaldo

  • shares
  • Mail