Uomini e Donne, botta e risposta tra Claudio Sona e Mario Serpa. L'ex tronista: "Difenderò la mia verità nelle sedi opportune"

Ennesimo botta e risposta tra i due ex fidanzati, Claudio Sona e Mario Serpa.

Claudio Sona, il primo tronista gay nella storia di Uomini e Donne, qualche giorno fa, ha parlato per la prima volta dopo il caos scatenatosi attorno alla redazione del programma condotto da Maria De Filippi che era partito proprio con una foto che lo ritraeva insieme ad un autore di Uomini e Donne durante una vacanza.

Nel recentissimo messaggio, Claudio ha ribadito che i motivi per i quali la storia d'amore con Mario Serpa, l'ex corteggiatore da lui scelto al termine del proprio percorso sul trono, appartengono alla loro sfera privata, aggiungendo che la redazione di Uomini e Donne non ha avuto alcun ruolo nell'epilogo negativo della loro relazione.

Mario Serpa non è rimasto a guardare davanti a questo messaggio e ha prontamente replicato, postando un video dell'ex fidanzato di Claudio Sona, Juan Fran Sierra, che, all'epoca dei fatti, accusò Claudio di aver partecipato a Uomini e Donne mentre era ancora fidanzato con lui.

Di seguito, trovate alcune dichiarazioni di Juan Fran Sierra contenute nel video: "È una persona che ho voluto e amato tanto, al punto da ridurmi come mi sono ridotto, che è vergognoso. Non ci siamo mai lasciati, ci siamo sempre frequentati. Ci sono tutte le prove, sia scritte, sia registrate telefonicamente, sia delle telecamere di casa mia, che è piena... I nostri incontri a Verona, mi ha fatto fare anche un tatuaggio per dimostrarmi l’amore...".

Claudio Sona non ha gradito il fatto che questo video sia risbucato fuori e ha postato una nuova Instagram Stories per replicare. Citando le famose "sedi opportune", sembra proprio che anche l'ex tronista abbia voglia di risolvere la faccenda, affidandosi agli avvocati:

Ognuno sceglie a chi credere, la verità che più fa comodo, rendendo conto solo alla propria coscienza. Io ho la mia, la difendo nelle sedi opportune e non con attacchi personali che finirebbero soltanto per sminuire me come persona. Pochi principi nella vita, ma indefettibili come, ad esempio, quello di non abbassare mai lo sguardo di fronte a chi pretenderebbe di esprimere giudizi sulla mia vita privata senza esserne stato parte. Ma si sa, la calunnia è un venticello che attira sempre perditempo interessati al nulla...

  • shares
  • Mail