Mario Serpa contro Raffaella Mennoia: "Aspetto le prove"

La nuova frecciatina di Mario Serpa contro Raffaella Mennoia in difesa di Teresa Cilia

Mario Serpa, l'iniziatore della polemica con Raffaella Mennoia, stanotte, è intervenuto, ancora una volta, per chiarire, una volta per tutte, i punti in sospeso di questa vicenda che sta assumendo, ora dopo ora, i contorni di una vera e propria spy story. L'ex corteggiatore di 'Uomini e Donne' si è rivolto, in maniera più o meno diretta, a Gianni Sperti che, sui social, l'ha attaccato duramente:

Penso che dovrebbe rileggere bene la storia che ho pubblicato in cui ho menzionato lui e Jack. Mi stavo semplicemente riferendo a un tizio che aveva corteggiato Tina e l’ho invitato a ritentare la prossima volta, ironicamente. Magari per corteggiare loro. Ma a quanto pare non ha capito e… la natura vince sempre! È venuto fuori.

Gli utenti di Instagram l'hanno spinto a vuotare il sacco per far uscire la verità:

Minacciato, continua a fare tutto da sé con il supporto di scagnozzi, miracolati e protetti. Basta leggere ciò che scrivono tra post, stories, commenti e i like che mettono e ricevono. Per il resto aspetto sempre per le prove ampiamente dimostrate (come dice lei).

E conferma di non aver mai sputato nel piatto dove ha mangiato in tutti questi anni:

Ancora? Cosa non vi è chiaro della parola gratis? Io non ho mai sputato nel piatto in cui mangio. Quello che ad oggi ho fatto e continuo a fare, fuori dal programma, non lo devo certo a qualcuno se non al fatto di essere sempre me stesso, nel bene e male, sia davanti alle telecamere che nella vita reale.

  • shares
  • Mail