Uomini e Donne, Mario Serpa contro Raffaella Mennoia: "Claudio Sona? Sarebbe meglio tacere..."

Raffaella Mennoia ha difeso Claudio Sona e la cosa non è andata giù a Mario Serpa.

Scontro interno a Uomini e Donne tra Raffaella Mennoia, una delle autrici più conosciute dei programmi prodotti da Maria De Filippi, e Mario Serpa, ex corteggiatore del primo Trono Gay della storia di Uomini e Donne, ex fidanzato di Claudio Sona e opinionista nelle ultime due edizioni del Trono Classico.

Il motivo del contendere risponde proprio al nome di Claudio Sona, primo tronista gay di Uomini e Donne sul quale non mancarono le classiche "segnalazioni" riguardanti soprattutto il suo ex fidanzato Juan Fran Sierra che l'accusò di stare ancora con lui durante il periodo del trono.

Claudio e Mario ci provarono due volte a far funzionare la loro relazione ma entrambi i tentativi non andarono a buon fine.

I rapporti tra Claudio Sona e la redazione di Uomini e Donne, però, non si incrinarono affatto dopo le precitate segnalazioni. Come riporta il sito Isa e Chia, infatti, l'ex tronista e alcuni membri dello staff di Uomini e Donne hanno anche trascorso una vacanza a Formentera insieme.

Già questo fatto ha decisamente indispettito Mario Serpa che ha commentato senza giri di parole:

Questo conferma lo schifo che c'è sempre stato e continua ad esserci dietro a tutto...

A questo punto, Raffaella Mennoia è entrata "in gioco" in quanto è stata interpellata da chi chiede ancora chiarezza su Claudio Sona e sul suo trono. La risposta dell'autrice ad un'utente Instagram è stata categorica:

Il Sola, come lo chiami te, ha ampiamente dimostrato che non era fidanzato durante il trono... Le chiacchiere, le illazioni, le finte segnalazioni, le fake news, con me, non funzionano... Se la redazione decide di condividere la propria vita con Claudio fa bene a farlo...

La risposta di Mario Serpa, altrettanto piccata, diretta esplicitamente a Raffaella Mennoia, non si è fatta attendere:

Carissima Raffaella Mennoia, anche se comprendo la necessità di dover proteggere l’immagine del primo Trono gay, non credo che tu sia nella posizione di poter raccontare castronerie e, in nome della verità, sarebbe meglio tacere o lasciare esporre solo i diretti interessati. Detto questo, ognuno è libero di farsi le vacanze con chi vuole, è libero pure di raccontare di prove, dimostrazioni e bla bla bla… Beh, io racconto la mia di verità, e tutti sappiamo quale è stata!

  • shares
  • Mail