Sabrina Ghio rimbalzata in un ristorante sardo: "Non vogliono bambini, meglio Ibiza e Mykonos"

L'ex-tronista di Uomini e Donne indignata su Instagram: "La Sardegna si lamenta per il poco turismo, e tu mandi indietro una famiglia?"

Mai mettersi contro Sabrina Ghio. L'ex-tronista è volata per le vacanze insieme alla figlia Penelope e al compagno Carlo Negri in Sardegna, per la precisione a Poltu Quatu, frazione di Arzachena, in provincia di Sassari. Nota anche per la sua partecipazione ad Amici di Maria de Filippi nel 2004, Sabrina Ghio è entrata in polemica nelle Stories di Instagram con un ristoratore della zona, proprietario del Tanit, che non gradirebbe nel suo locale la presenza di bambini; perciò, l'intera famiglia è stata rimbalzata all'entrata.

Ecco le parole con cui Sabrina Ghio si è sfogata coi suoi seguaci subito dopo l'accaduto:

Ma è una vergogna che in un ristorante non accettino i bambini. La Sardegna si lamenta per il poco turismo, e tu mandi indietro una famiglia? La ragazza ha detto: “il proprietaro del Tanit non vuole bambini”. Questo uomo non si merita di avere più persone a cena. Non andate in quel posto, questo signore non se li merita i vostri soldi. E la Sardegna si lamenta che c’è poco turismo? Ma voi vi meritate niente. Meglio andare ad Ibiza o Mykonos. Questo uomo si merita un vaffancu*o.

Neanche a dirlo, le reazioni del pubblico che segue la donna sui social non sono tardate ad arrivare, soprattutto quelle dei follower sardi, indignati perché il discorso della Ghio pecca di generalizzazione e non tiene conto di chi si impegna affinché l'isola sarda possa rappresentare il fiore all'occhiello del turismo italiano. "Siamo molto ospitali e accoglienti con tutti, anche con gente come te" scrive tra i commenti un utente, che si unisce a chi dice che l'influencer ha utilizzato la sua risonanza mediatica per denigrare un'intera regione.

Inutili sono parse al suo pubblico le scuse della donna, che ha poi sottolineato che con la sua sfuriata non aveva intenzione di criticare tutta la Sardegna, ma solo le regole del ristorante in cui avrebbe voluto trascorrere qualche ora in compagnia della famiglia.

  • shares
  • Mail