Caso Pamela Prati, il film sulla vicenda della showgirl stoppato dai legali

Nessuna versione sul grande schermo per Pratiful. Il regista tuona contro Pamela Prati: "La prossima volta non ti salverò, te la dovrai vedere da sola...!"

Tutto era pronto (o quasi) ma il trailer della pellicola sulla vicenda più celebre del 2019 nella quale è protagonista Pamela Prati non vedrà la luce al festival del cinema di Maratea come era stato annunciato poco tempo fa. Ma cosa sta succedendo?

Nonostante le notizie sul Prati gate stiano rallentando i ritmi (vuoi per l'assenza di un palinsesto tv per ora in vacanza, vuoi per frenare una situazione che stava andando quasi fuori controllo) c'è qualcuno che sulla vicenda ci ha messo occhi e idee addosso. Stiamo parlando di Gianni Ippoliti, regista che non solo ha pensato di trasformare quanto accaduto in un cortometraggio, ma che conosce la showgirl da vicino.

Intervistato da AdnKronos racconta che il corto...

E' nato da una semplice considerazione: Barbara d’Urso è andata in vacanza, ed era necessario assicurare un prosieguo a un fatto così avvincente che ha coinvolto emotivamente tutti gli italiani. Dopo sei mesi di trasmissioni televisive sulla vicenda, bisognava continuare quel racconto ricco di capovolgimenti e inaspettati colpi di scena. Ecco, quindi, che ho pensato di trasformare l’intero accaduto in un film.

Peccato che la sua produzione al momento non vedrà la luce, come spiega l'agenzia sembra che gli avvocati della Prati abbiano storto il naso davanti al corto, tanto che in primis hanno diffidato l’organizzazione delle Giornate del Cinema e in secondo luogo pare che il breve film metta in cattiva luce la reputazione di Pamela Prati.

Ippoliti commenta la notizia con ironia e sorpresa. Sempre all'AdnKronos infatti dice: "Capisco che avrebbe voluto fare prima il film Pamela ma avrebbe potuto vederlo prima o farmi una telefonata - continuando - visto che le ho anche salvato la vita una volta, quando ebbe una congestione in macchina".

Il regista quasi sentendosi ferito dallo stop entra nello specifico raccontando un aneddoto datato 1991:

Stavamo andando a Rio Del Garda per la presentazione dei palinsesti Rai. Io sono pranoterapeuta e lei aveva dei fortissimi dolori allo stomaco così io le appoggiai una mano e Pamela si sentì subito meglio.

L'altolà dei legali della showgirl non gli è andato giù tanto che si rivolge direttamente a Pamela con un chiaro, anzi chiarissimo messaggio: "La prossima volta non ti salverò, te la vedrai da sola". 

A questo punto ci si dovrà accontentare del riassunto al Drive IN mostrato in una delle ultime puntate di Live Non è la d'Urso di qualche mese fa.

  • shares
  • Mail