Ariana Grande e la morte di Mac Miller: "in quel periodo ero sempre ubriaca"

Ariana Grande ha faticosamente superato la morte dell'ex compagno Mac Miller.

Ariana Grande ha faticato a superare il decesso dell'ex fidanzato Mac Miller, morto poco meno di un anno fa per una overdose di cocaina, fentanyl e alcol mentre si trovava nella sua abitazione.

A ricordare quei giorni di puro dolore la stessa cantante, intervisata da Vogue.

Sarò completamente sincera: non ricordo quei mesi della mia vita perché ero sempre ubriaca e triste. Non ricordo davvero come tutto sia cominciato o finito e come mi sia ritrovata con quelle dieci canzoni. Lo considero il primo album e il primo anno della mia vita in cui mi sono resa conto di non poter rinunciare al tempo da trascorrere con me stessa, solo con me stessa. È troppo difficile cantare delle canzoni che parlano di ferite ancora troppo fresche. È divertente, è musica pop e non sto dicendo che non lo sia, ma queste canzoni per me rappresentano qualcosa di davvero pesante. E' estenuante. La nostra non era una relazione perfetta, sotto nessun punto di vista, ma lui era la persona migliore che avessi potuto conoscere e non meritava quei demoni. Sono stata a lungo la colla della relazione, ma più passava il tempo e più mi accorgevo di essere diventata una colla poco appiccicosa. E i pezzi, piano piano, sono venuti giù.

Ariana e Mac hanno fatto coppia fino a maggio del 2018, dopo due anni d'amore. La popstar si è poi fidanzata con Pete Davidson, arrivando ad niente dalle nozze, prima della rottura definitva.

  • shares
  • Mail