Morgan sfrattato, il Ministro Alberto Bonisoli: "Ha casa-museo? Forse poteva restare come custode"

La versione de il Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli sullo sfratto di Morgan

“Lino Banfi all'UNESCO? Sono contento che abbia accettato, l'ho conosciuto, è una persona di cuore. Secondo me all'interno di questo comitato può darci una buona dose di saggezza popolare, diciamo”. Lo dice a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, oggi ospite della trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

A proposito di personaggi famosi, oggi il cantante Morgan è stato sfrattato dalla propria casa, e ha parlato di un'ingiustizia vera e propria, perché la sua dimora è quasi un museo, tanti sono gli strumenti ed i cimeli artistici presenti all'interno. “E allora cosa ci stava a fare in un museo?” Il Ministero non poteva intervenire per 'salvare' quella casa? “Se anche fosse una casa-museo, Morgan sarebbe dovuto uscire comunque”. Forse in quel caso Morgan sarebbe potuto restare come guardiano. “Forse come custode, chiedendo una divisa...”.

  • shares
  • Mail