Caterina Balivo rinuncia al Milano Pride, Cristiano Malgioglio e Vladimir Luxuria la difendono

Cristiano Malgioglio e Vladimir Luxuria intervengono a difesa di Caterina Balivo dopo la rinuncia al ruolo di madrina del Milano Pride 2019.

È notizia di alcuni giorni fa che Caterina Balivo, inizialmente designata come madrina del Milano Pride 2019, ha deciso di rinunciare all'incarico - in accordo con gli organizzatori della manifestazione - a seguito delle polemiche sollevate online da parte della comunità LGBT, indignata per la scelta della convocazione alla testa del corteo della conduttrice, più volte protagonista di scivoloni proprio legati ai temi cari alla parata.

Tra i tanti attacchi rivolti alla conduttrice, che ha dichiarato di essere stata discriminata da chi cerca invece rispetto e uguaglianza, anche qualche messaggio di vicinanza. Cristiano Malgioglio, intervenuto ai microfoni di Adnkronos, ha dichiarato:

Mi dispiace che Caterina non sarà più la madrina al gay pride di Milano perché è una mia cara amica. Secondo me ha fatto una battuta, ma non voleva offendere però bisogna fare sempre attenzione e misurare le parole. A me personalmente, ad esempio, non mi hanno toccato minimamente ma ad altre persone, magari più sensibili, la battuta non è piaciuta. Quando si parla bisogna stare attenti a come si dicono le cose, in questo periodo cadono i 50 anni del movimento Lgbt che sta facendo una battaglia incredibile contro ogni forma di discriminazione e che ha smosso tutto il mondo, a New York, ad esempio, sarà una star come Madonna a chiudere il gay pride.

Vladimir Luxuria

, protagonista di un bacio saffico con Asia Argento al Roma Pride, ha risposto a un tweet di Caterina Balivo, che ha colto l'occasione del compleanno dell'ex-parlamentare per ringraziarla pubblicamente per la vicinanza dimostrata in privato in queste ultime ore difficili.

Ti conosco da quando mettevo reggiseni imbottiti e tu mi smaltavi le unghie e poi a ballare! Grazie!
  • shares
  • Mail