Marco Carta, per il giudice "arresto illegale"

Soddisfatto l'avvocato Simone Ciro Giordano che dovrà comunque assistere il cantante nel processo che si terrà il 20 settembre.

"Gli elementi di sospetto sono del tutto eterei, inconsistenti, di conseguenza l'arresto di Marco Carta non può considerarsi legittimo". A scriverlo è il giudice milanese Mario Caramellino, che non ha convalidato l'arresto del cantante per furto aggravato.

L'artista era stato fermato il 31 maggio alla Rinascente in Duomo a Milano da un addetto alla sicurezza insieme alla sua amica e fan Fabiana Muscas, di 53 anni. Nella borsa della donna furono rinvenute sei magliette del valore di 1200 euro, oltre al cacciavite per rimuovere l'antitaccheggio. Il giudice, che aveva convalidato solo l'arresto della donna, nelle motivazioni dice che la versione di Carta non è scalfita da alcun elemento probatorio.

Soddisfatto l'avvocato Simone Ciro Giordano che dovrà comunque assistere Carta, nel frattempo andatosi a difendere in diretta tv a Live - Non è la d'Urso nel processo che si terrà il 20 settembre.

  • shares
  • Mail