Kevin Spacey in tribunale contro il suo accusatore: 'sono innocente'

Kevin Spacey rischia fino a 3 anni di carcere, se ritenuto colpevole.

59enne due volte premio Oscar, nonché leggenda del cinema inglese precipitato nel fango dopo la pioggia di accuse di molestie che l'ha travolto negli ultimi due anni, Kevin Spacey si è presentato in tribunale, nel Massachusetts, nel corso di un'udienza del processo che lo vede imputato.

Heather Unruh ha trascinato Spacey in tribunale perché a suo dire l'attore avrebbe fatto ubriacare suo figlio per poi aggredirlo sessualmente al Club Car, a Cape Cod, nel 2016. A detta del ragazzo, Kevin gli avrebbe slacciato i pantaloni e avrebbe infilato la sua mano tra le parti intime. Spacey ha sempre negato, a tal punto da presentatsi in tribunale per chiedere i tabulati telefonici del giovane, che dimostrerebbero la sua innocenza, perché i due avrebbero banalmente flirtato. Se condannato, il divo di House of Cards rischia fino a 3 anni di carcere.

I guai di Kevin sono nati nel 2017, in pieno scandalo Harvey Weinstein, quando Anthony Rapp, attore della serie Star Trek, confessò di essere stato aggredito sessualmente da Spacey nel 1986, all’età di 14 anni. Per difendersi Kevin fece coming out e chiese scusa a Rapp, ma da allora una quantità infinita di ragazzi ha denunciato molestie da parte dell'ex Lex Luthor cinematografico, non a caso licenziato in tronco da ogni produzione televisiva, teatrale o hollywoodiana che sia.

  • shares
  • Mail