Pamela Prati si difende: "Non ho mai chiesto niente a Carlo Taormina"

Arriva tramite Instagram la replica di Pamela Prati in riferimento al caso Taormina. Stiamo parlando delle dichiarazioni rilasciate dall'avvocato Carlo Taormina nel corso di una sua lunga intervista alla trasmissione in onda sul canale TeleLombardia Iceberg Lombardia.

L'avvocato, infatti, già nelle scorse settimane aveva espresso la sua volontà di difendere la showgirl a proposito della truffa Mark Caltagirone, cambiando tuttavia repentinamente idea nel momento in cui, racconta, la Prati gli avrebbe avanzato una proposta particolare: quella di mentire a nome suo, testimoniando che Mark Caltagirone esistesse davvero:

"Loro volevano che io andassi da Barbara D'Urso a testimoniare che Mark Caltagirone esisteva. Fu Pamela Prati a chiedermi questa cosa. Io ho detto di no, non sono caduto nella loro trappola. Sarei risultato una pedina della truffa complessiva. […] È stata proprio Pamela Prati a chiedermi di andare ospite dalla D’Urso, avrebbe gradito che fossi andato con le due agenti, la Michelazzo e la Perricciolo. Ho tenuto il gioco fino a quando ho avuto la prova in mano che fosse una farsa. E cosi ho rimesso il mandato"

 

Nel pomeriggio, Pamela Prati ha risposto pubblicando una Instagram Story sul suo profilo ufficiale, specificando di non aver mai chiesto nulla di specifico all'avvocato Carlo Taormina, ma che al contrario sarà proprio contro di lui che ora dovrà prendere provvedimenti legali:

"Riguardo alle dichiarazioni rilasciate dall'avvocato Taormina voglio specificare che io non gli ho mai chiesto di garantire per me l'esistenza di Marco Caltagirone. Gli avevo solo chiesto di accompagnarmi in trasmissione per tutelare la mia posizione da buon avvocato quale pensavo che fosse. Devo ricredermi. Anche la sua posizione verrà valutata nelle opportune sedi".

Come proseguirà la vicenda dopo questa ulteriore rivelazione?

  • shares
  • Mail