"Pamela Prati è inseguita dal Fisco ed è stata denunciata da poliziotti", l'inchiesta di Selvaggia Lucarelli

La giornalista de Il Fatto Quotidiano pubblica nuove indiscrezioni su debiti e problemi legali della showgirl

Nuove dichiarazioni sul conto di Pamela Prati. E parliamo di conto non a caso, dal momento che l'articolo di Selvaggia Lucarelli per Il Fatto Quotidiano di oggi ha messo in luce i problemi finanziari della soubrette più chiacchierata negli ultimi mesi. "Non ho debiti, sono calunnie" ha rivelato la donna ai microfoni di Verissimo: tuttavia, la giornalista ha fornito dettagli molto precisi sul destino dei compensi relativi alle sue ospitate tv.

I tremila euro previsti per l'intervista a Domenica In, ad esempio, sono stati pignorati dal Fisco direttamente dal conto dell'artista, che in passato ha spesso fatto transitare denaro attraverso la società Birimbella intestata a Paola Pireddu, suo nome alla nascita. Voci giunte alla Lucarelli sostengono che la Prati, però, si serva di entrambi i documenti, forse proprio per scappare dai creditori. Ma la showgirl è categorica sul motivo che l'ha spinta a cambiare identità: "Come Gabriel Garko e tanti artisti ho deciso di adottare il mio nome d'arte in via definitiva".

Oltre al blocco del cachet di quarantamila euro per le ospitate a Verissimo, poiché "Mediaset sta valutando di costituirsi parte offesa per truffa", Pamela Prati è incorsa anche in uno sfratto, testimoniato da una lunga serie di conversazioni su Whatsapp. Una donna ha raccontato alla giornalista di aver infatti affittato anni fa un immobile alla showgirl che, non pagando la quota mensile per la permanenza nella casa, venne invitata ad andarsene, senza grande successo. La vicenda si risolse solo con un accordo economico ottenuto dagli avvocati di entrambe le parti. Ironia della sorte, anche l'avvocato attuale dell'ex stella del Bagaglino, Irene Della Rocca, è in attesa della propria parcella.

Infine, nell'articolo si discute anche di un problema legale avuto a seguito di un'aggressione risalente a circa due anni fa. La Prati, che ha ammesso di non essere al corrente dell'evoluzione del caso, si è scagliata contro alcuni poliziotti all'entrata dei tornelli dello Stadio Olimpico di Roma perché desiderava ardentemente vedere una partita per cui non disponeva del biglietto d'accesso. I poliziotti malmenati, con venti colleghi pronti a fornire la propria testimonianza a loro favore, hanno denunciato la donna, che dalla sua ha confessato: "Qualcosa a casa era arrivato su questa cosa, ma l'ho girato all'avvocato".

  • shares
  • Mail