Caduta Libera, il campione Nicolò festeggia il montepremi record: "Aiuterò i miei genitori"

Il campione del quiz di Canale 5 si confessa a Tv, Sorrisi e Canzoni

Nicolò Scalfi, il campioncino di Caduta Libera, il quiz del preserale di Canale 5 condotto da Gerry Scotti, si è raccontato sulle colonne di Tv, Sorrisi e Canzoni. Il giovane bresciano, appena ventenne, è reduce dalla vittoria di ulteriori 70mila euro, che gli ha consentito di raggiungere un montepremi complessivo di circa 400mila euro. In carica da 54 puntate, Nicolò non si schioda dalla botola centrale dal 24 ottobre dello scorso anno ed è riuscito a completare il gioco finale dei Dieci Passi per ben nove volte.

Nonostante venga riconosciuto spesso per strada e sia più corteggiato dalle sue coetanee, Nicolò è ancora single: l'ultima storia nota quella con Valeria, conosciuta proprio durante una manche di gioco, che per amore decise qualche mese fadi ritirarsi dalla competizione, salvo poi tornare in gara dopo la rottura. Se la sua popolarità è in crescita, la stessa cosa non si può ancora dire del suo conto in banca:

Diciamo che per il momento, visto che ancora non ho ricevuto tutto il montepremi, sono più povero di quando ho iniziato! Per il resto la mia vita non è cambiata, esco con gli amici di sempre, ma faccio più attenzione perché la gente si avvicina a me.

Nelle corso delle puntate, Nicolò si è mostrato come un ragazzo semplice ed emotivo, nonostante l'espressione spesso imbronciata possa farlo sembrare freddo e distaccato. Quando i soldi delle vincite gli entreranno nelle tasche, ha dichiarato che vorrà spenderli per acquistare un'automobile e una casa nuova, nonché per finanziarsi gli studi universitari, necessari per diventare telecronisti sportivi:

Inoltre aiuterò i miei: papà è un operaio quasi in pensione, mamma di recente ha trovato lavoro come inserviente ma vorrebbe cambiare

Al settimanale dedicato allo spettacolo, il campione ha anche svelato qual è il segreto che gli consente di mantenere ben saldo il titolo e di trionfare così frequentemente nell'ultimo gioco, quello valido per la conquista della cifra accumulata durante la puntata:

La cultura serve tanto, ma anche l’abilità nel ricostruire la parola. Bisogna avere memoria. Io ce l’ho da sempre e la tengo allenata con i cruciverba: ne faccio uno al giorno con mia nonna mentre beviamo il caffè dopo pranzo.

 

 

  • shares
  • Mail