Max Biaggi NON ha frodato il fisco

Dopo 12 anni Max Biaggi è stato assolto dall'accusa di evasione fiscale.

Il fatto non sussiste. Il 47enne Max Biaggi, quattro volte campione del mondo nella classe 250 e due volte campione mondiale Superbike, è stato assolto dall’accusa di evasione fiscale, nata nel 2007. Il Tribunale di Roma ha scritto la parola fine nei confronti della sentenza, rimarcando, per l'appunto, come il 'fatto non sussiste'. Biaggi NON ha sottratto 18 milioni di euro al fisco, come inizialmente sottolineato dal pm Giuseppe Olivo, che aveva chiesto un anno di reclusione nei suoi confronti. Proposta respinta dal giudice monocratico Bruno Costantini.

All'epoca Biaggi venne implicato in una vicende che riguardava tre distinte agenzie, ovvero la Media & Sport Management di Londra, la Biaggi Racing e la Vuzela International Slu. Max venne accusato di aver trasferito la propria residenza nel Principao di Monaco solo e soltanto per sottrarsi alle imposte italiche. Oggi, dopo 12 anni, l'ex pilota ha potuto tirare un sospiro di sollievo, come ribadito a LaRepubblica.

Sono almeno venti anni che vivo nel Principato di Monaco. La mia è stata una scelta di vita. Lì vivono i miei figli con la madre (la ex compagna Eleonora Pedron, ndr), lì ci sono le mie moto, lì ci sono i miei amici, il mio ristorante, la mia palestra. A Roma vado solo quando serve e quando è necessario ma nella capitale non ho alcuna proprietà, neppure un immobile.

Nei giorni scorsi Biaggi ha perso l'amato padre Pedro. Un lutto che ha devastato l'ex pilota romano, arrivato troppo tardi al suo capezzale, come confessato sui social.


  • shares
  • Mail