Pamela Prati, Roberto D'Agostino: "Il matrimonio con Mark Caltagirone? Una grandissima bufala"

L'intervento di Roberto D'Agostino a Storie italiane sul matrimonio (saltato) di Pamela Prati

Storie italiane, il programma del daytime di Rai1 condotto da Eleonora Daniele, oggi, mercoledì 8 maggio, ha affrontato, tra i temi del giorno, quello del matrimonio (saltato) tra Pamela Prati ed il presunto Marco Caltagirone. Tra gli ospiti, il direttore di 'Dagospia', Roberto D'Agostino, che, per primo, ha smascherato i punti oscuri di questa vicenda:

D'Agostino: "Abbiamo scoperto che non si trattava di un'attrice sul viale del tramonto, che cerca il suo quarto d'ora di successo, ma era proprio un sistema. Era un'associazione a sdilinquere, organizzata da queste due signore (Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, ndb). Loro incassavano i compensi di queste ospitate. Nessuno ha fatto una denuncia o è andato dalle autorità competenti dicendo: "Sono stato truffato, mi hanno portato via dei soldi"

D'Agostino è fermamente convinto che il futuro sposo, in realtà, non esista:

D'Agostino: "E' stata una grandissima bufala. Mark non esiste come gli altri protagonisti. Tutti (si riferisce a tutti i vip che si sono scagliati contro le due manager, ndb) si fermano ad un punto: "Abbiamo paura". Ma di cosa?"

A più riprese, ci si è interrogati sul fatto che la showgirl possa essere una delle tante vittime di questo 'sistema':

D'Agostino: "Pamela, avendo 60 anni, è vittima nella misura in cui è stata costretta dagli eventi di scegliere di farsi accudire da questa agenzia. Possiamo credere che c'è qualcosa che ha costretto Pamela a finire in questo gioco più grande di lei. I figli in affido, i viaggi a Miami non esistono. Hanno detto un sacco di fregnacce. Queste fanno teatro, inventano situazioni più avvincenti del cinema italiano. Queste due donne hanno una fantasia straordinaria. Hanno delle chat con capacità incredibili. Dal punto di vista del male, sono due geni".

Ed, infine, una triste verità:

D'Agostino: "In vent'anni di Bagaglino, avrà capito come fare l'attrice. Il vero punto è che la gente, quando accende la televisione, vuole la favola, sognare, uscire dalla vita quotidiana. A tutte le trasmissioni ha fatto comodo parlare di una soubrette con tanti anni di carriera, che aveva trovato un ricco imprenditore, due figli in affido, e che, presto, avrebbe lasciato l'Italia. Vero o falso non ce ne importa niente. Hanno messo in pratica questo teatrino guadagnando un sacco di soldi. Ma si sa che le bugie hanno le gambe corte. Questa è la grande truffa del gossip. Mark sta nella fantasia e nella testa di chi ci ha preso in giro per tutto questo tempo. Questo è un reality".

  • shares
  • Mail