Lena Dunham festeggia un anno di sobrietà

Anniversario social per Lena Dunham, da un anno completamente 'pulita'.

32enne autrice di Girls, serie con cui ha vinto due Golden Globe e un Directors Guild Award, la talentuosa Lena Dunham ha festeggiato ieri un anno di sobrietà assoluta. Sorridente, con i capelli bagnati e il pollice alzato in segno di vittoria, Lena ha superato con forza 12 mesi molto complicati, legati all'endometriosi che l'ha costretta persino al ricovero.

Oggi sono nella miracolosa posizione di essere sobria da un anno. Ho fatto tante cose interessanti nella mia vita ma nessuna mi ha portato la pace, la gioia e la connessione duratura che ho avuto grazie a una terapia specifica. La vita è piena di problemi ma è bello sapere che c’è sempre una soluzione: in ogni città, in molti paesi, si possono trovare tante persone che lavorano duramente per condurre una vita sobria e responsabile e vogliono aiutarti a fare lo stesso. Non sapevo di avere un problema con i farmaci perché erano prescritti dal dottore, perché mi davano successo esteriormente. Ma ferire le persone che ami non è un problema? Sentirsi persi e soli per la maggior parte del tempo non è un problema? Indossare pantaloncini all’anteprima di un film non è un problema? La vita è impegnativa, è questa la sua natura. Ricordate sempre che non si è mai troppo lontani, troppo spezzati o troppo unici. Lì fuori ci sono tante persone che aspettano di dare una mano. Facciamolo.

Ad influire sulla difficile condizione psico-fisica della Dunham anche la rottura con Jack Antonoff, storico compagno rimastole accanto dal 2012 fino a inizio 2018. "La fine di questa storia mi ha quasi ucciso", rivelò lo scorso anno, ma Lena, fortunatamente, ha saputo reagire e rialzarsi.

Visualizza questo post su Instagram

Today I’m in the miraculous position of being one year sober. I’ve done a lot of cool things in this life, but none has brought me the peace, joy and lasting connections that being part of a sober fellowship has (not even all girls camp. Sorry, Bunk Kingfisher.) Life is full of problems, but the cool thing about this one is that there is a solution: in every city, in many countries, you can find a group of people who are working hard to live sober, accountable lives and want to support you on your quest to do the same. I didn’t know I had an issue with drugs for a long time: because they were doctor prescribed, because I was outwardly successful and not a wild in da club party chick. But wouldn’t you say that hurting people you love is an issue? Wouldn’t you say feeling lost and lonely much of the time is an issue? Wouldn’t you say wearing shorts to a movie premiere *is* an issue? Sobriety hasn’t fixed my world. Life is still challenging- that’s the nature of the game. But every day I am surprised by the richness and depth of, well, reality. I don’t need to escape this beautiful carnival. Instead, I’m on the ride. Please remember you are never too far gone, too broken or too unique. There are people in plain sight waiting to help you. Let’s do this.

Un post condiviso da Lena Dunham (@lenadunham) in data:


  • shares
  • +1
  • Mail