Ballando con le stelle, Suor Cristina: "Porto gioia di Vangelo ovunque, come faceva Gesù quando parlava con le prostitute"

La cantante in abito monacale rivela che dopo aver vinto The Voice nel 2014 è stata "malissimo"

"Portare la gioia del Vangelo ovunque. Proprio come faceva Gesù quando andava a parlare con le prostitute". Questo è il compito che Suor Cristina si è posta decidendo di accettare la proposta di partecipare in gara a Ballando con le stelle, in onda ogni sabato sera su Rai1. La cantante, scoperta da The Voice nel 2014, al settimanale Chi ha aggiunto che "il mio solo obiettivo è avvicinare più gente possibile a Lui". Quindi, dopo aver definito Milly Carlucci "una donna eccezionale: attenta, meticolosa e molto rispettosa", ha ammesso di non leggere i social network per evitare di imbattersi in pesanti critiche se non addirittura offese. La suora ha spiegato che anche i fedeli talvolta esprimono perplessità sulla sua esposizione mediatica così imponente:

Anche tra loro ci sono persone conservatrici e bigotte. Prima di diventare suora non volevo più cantare. Ero convinta che l’arte non potesse andar d’accordo con il mondo religioso, ma sbagliavo. Lui non chiede di chiuderci in noi, ma di portare amore.

A proposito del fatto di essere molto amata tra i gay:

Perché non ho pregiudizi. Conosco molti gay e se penso a loro non mi verrebbe mai di giudicarli male. So perfettamente che sono persone sensibili e straordinarie, e anche loro devono avere la possibilità di alzare gli occhi al cielo e ringraziare il Signore per il dono della vita. Quello che sta facendo papa Francesco è a dir poco rivoluzionario. Mai nessuno, prima di lui, si era esposto così tanto.

Su Lucio, "il mio primo fidanzatino":

Siamo cresciuti assieme in parrocchia. Non lo sento da un po’, ma so che è felice per la scelta di essermi consegnata al Signore.

Infine, la rivelazione sugli anni difficili vissuti dopo il suo trionfo a The Voice:

Sono stata malissimo: non potevo più uscire, c’erano paparazzi ovunque, anche al supermercato. Quel tipo di popolarità mi stava rendendo schiava. Non ero pronta ad uno stress di quel tipo. Ho fatto un lungo cammino, di quasi 5 anni, per riprendermi la mia vita, uscire e andare in giro da sola.

  • shares
  • Mail