Halsey, 'ero una barbona, ho pensato anche alla prostituzione'

Halsey non ha mai dimenticato il periodo trascorso tra i senzatetto della Grande Mela.

24enne cantante americana, Ashley Nicolette Frangipane, nota con il nome d'arte di Halsey, è esplosa nel 2015 grazie a Badlands, disco d'esordio in grado di vendere oltre 500.000 copie in tutto il mondo. Eppure Halsey ha conosciuto la fame, prima di diventare celebre, come raccontato a Los Angeles nel corso dell’evento benefico Ending Youth Homelessness.

Quando vivevo a New York, ero un’adolescente. I miei amici acquistavano decorazioni per le loro dormitori al college, mentre io mi chiedevo se far entrare uno sconosciuto nel mio corpo per riuscire a pagarmi il prossimo pasto. Non era perché avessi fatto qualcosa di sbagliato. Non perché c’era qualcosa che non andava in me e neanche a causa dei miei genitori, che in verità mi hanno sempre amata. Ma una serie di circostanze sfortunate mi hanno portata fino a quel punto. Può succedere a chiunque.

La cantante ha conosciuto anche la strada, letteralmente, perché cacciata di casa dai genitori all'età di 19 anni, dopo aver lasciato il college.

Ero una senzatetto a New York. Con quei capelli sembravo una pazza. Avevo una demo in tasca e spingevo un vecchio borsone grigio. Lui mi ha fermato, chiedendomi: “Cosa tieni lì dentro?”. E io ho risposto: “È la mia casa”.

Quel 'lui' era Jeremy Vuernick, rappresentante della Capitol Music Group che le ha cambiato l'esistenza. A lungo 'inquilina' del My Friend's Place, centro newyorkese che ospita molti giovani senzatetto, la cantante ha giurato di non averli mai dimenticato, tanto da volerli portare tutti in una SPA. "Per ringiovanire le loro menti, i loro corpi e le loro anime, perché so quanto sia difficile dare via un pezzo di te ogni giorno".

Con Hopeless Fountain Kingdom, suo secondo disco usito nel 2017, Halsey ha vinto un MTV Italia Awards e due Billboard Music Award.

Fonte: EOnline

  • shares
  • Mail