Valentina Dallari sta guarendo dall'anoressia: "Prendevo esempio da Chiara Ferragni"

L'ex tronista di Uomini e Donne parla della sua anoressia, prendeva da esempio i 53 chili di Chiara Ferragni

Si racconta a Le Iene per la sua prima volta dopo il ricovero Valentina Dallari, ex tronista di Uomini e Donne finita in clinica, qualche mese fa, per riuscire a combattere il brutto male dell'anoressia. Ritroviamo una Valentina sempre molto magra ma più in carne, dall'aspetto sicuramente meno emaciato, meno fragile. Seduta a gambe incrociate sul letto, è come un fiume in piena. Si racconta senza restrizioni, al programma di Italia 1, per spiegare a chi la ascolta da casa come dal successo sia arrivata alla malattia, con un corpicino alto 1 metro e 77 centimetri per 37 chili di peso.

Inizia a dimagrire molto rapidamente già ai tempi di Uomini e Donne, perché è proprio lì, durante il suo trono, che si ammala di anoressia, finché la situazione non le fugge di mano. "Sono passata dall'avere 4000 followers su Instagram ad averne 60000. Continuavo a refleshare la pagina, accorgendomi che i followers continuassero a salire sempre di più, sempre di più" spiega Valentina Dallari, che cade nel tragico mondo dell'anoressia a causa della pressione che si sente ricevere da un mondo, quello dello spettacolo e delle influencer, che ancora non sente suo.

"Tantissime ragazze mi scrivevano sui social dei commenti come: 'Sembri tre volte più larga con quei vestiti', 'Chissà come sarai lì sotto...'  e quindi ho cominciato a fare un pochino di dieta. Saltavo il pasto, fumavo tantissime sigarette e bevevo solo caffè. Ed è da lì che è iniziata la mia condanna"

Una malattia, quella dell'anoressia, che ti porta anche a inventare bugie pur di giustificarti, come fa Valentina nei confronti di Maria De Filippi che in puntata a Uomini e Donne le fa notare la sua eccessiva magrezza: "Sì, ho scoperto di avere un paio di allergie alimentari e poi mi sono iscritta in palestra" le risponde Valentina, ma non era vero. "Non facevo nessun tipo di sport, in realtà mi sentivo in dovere di perdere del peso. In dovere per i miei Followers e per le ragazze che mi vedevano come un'icona" spiega alla iena Veronica Ruggeri la Dallari.

E poi anche la spiegazione, nel dettaglio, di come si sia posta il suo primo 'obbiettivo': "Prendevo spunto da Chiara Ferragni. Mi ricordo che dichiarò di pesare 53 chili, ma lei era alta 1.77 come me. Io presi questo numero e lo feci mio, come criterio della mia vita. Io seguivo la Ferragni e pensavo che bisognasse essere magre come lei per essere belle".

Ma l'influencer che Valentina Dallari segue più di tutte è Chiara Basi: "Mi affascinava il suo fisico molto spigoloso, le sue spalle a punta. Gli uomini le scrivevano che era molto sensuale, le ragazze che avrebbero ammazzato per il suo fisico. E pure io avrei ammazzato per il suo fisico. Mi facevo gli screenshot alle sue foto per confrontare il suo fisico al mio, per andare a vedere la differenza tra me e lei", e per riuscire a raggiungere quel suo ideale di magrezza, Valentina buttava via anche il cibo: "Capitava che comprassi i biscotti, ne mangiassi uno e il resto della confezione la buttassi via. Prima di riciclarla, la cospargevo interamente di sapone liquido per i piatti, per essere sicura che non tornassi a ripescare i biscotti dal cestino qualche ora dopo".

Ma ora Valentina sta bene, il percorso è ancora lungo ma lei sta migliorando e questo è tutto ciò che conta:

"Nella malattia, ho trovato tanta vita. Ho capito che mi stavo letteralmente uccidendo. In un certo senso mi sono già uccisa. Ho ucciso la persona che ero prima per poi partorire questa"

 

 

  • shares
  • Mail