Iva Zanicchi: "Frank Sinatra mi invitò in albergo. Ma io mandai la mia amica"

Iva Zanicchi racconta il mancato incontro con Frank Sinatra: "Ad una cena gli scrissi un bigliettino dicendo che avrei voluto conoscerlo. Mi invitò nella sua suite, ma andò una mia amica che si spacciò per me"

Iva Zanicchi e quell’incontro mancato con Frank Sinatra. “Mi aspettava nella sua suite, ma non andai”, ha rivelato la cantante nel corso dell’ultima puntata de La Repubblica delle donne.

L’episodio risale a tanti anni fa, quando l’aquila di Ligonchio si trovava in tournée negli Stati Uniti con Gianni Morandi.

“Un impresario calabrese generosissimo venne da me e mi spiegò che le cose stavano andando bene. Mi disse: ‘ ti regalo quello che vuoi’. Io come battuta risposi che mi sarebbe piaciuto andare a cena con Sinatra. Una proposta assurda, impossibile”.

L’impresario invece esaudì clamorosamente il desiderio e avvisò la Zanicchi che avrebbe potuto incontrarlo all’hotel Waldorf Astoria. "Io impazzii, mi vestii come mai prima, sembravo Barbra Streisand. Ma mi accorsi che alla cena non saremmo stati da soli, c’erano 400 persone”.

The voice era lontano, circondato da guardie del corpo. Un amico della Zanicchi a quel punto propose di passargli un bigliettino. “C’era scritto in inglese: ‘caro Frank, sono una cantante italiana, ho il desiderio di poterla conoscere e stringerle la mano' – ha proseguito la Zanicchi – il bigliettino girò, girò, girò e arrivò nelle sue mani. Lo lesse e rispose. Il mio amico mi disse che mi aspettava il giorno dopo alle 10 nella sua suite. C'era però solo un piccolo particolare: mio marito mi aspettava in albergo. Allora una mia amica si propose: ‘vado io e mi spaccio per te’. E andò”.

L’esito di quell’appuntamento? Avvolto nel mistero. “Non posso raccontare come andò a finire – ha concluso la Zanicchi – la mia amica non me l’ha mai voluto dire”.

  • shares
  • Mail