Lele Mora rapinato in un campo rom, voleva acquistare champagne

L'agente dei vip si era recato nel campo rom insieme ad un pluripregiudicato con 40 mila euro in contanti per acquistare una partita di champagne

Lele Mora si è recato in un campo rom insieme a un pluripregiudicato (per rapina, porto d’armi, ricettazione e spaccio) con 40 mila euro in contanti per acquistare una partita di champagne ed è stato rapinato. È accaduto lo scorso maggio a Milano, nel quartiere Chiesa Rossa, ma la vicenda è stata riportata soltanto oggi dal Corriere della Sera:

Contavo di guadagnare da questa operazione 10 euro a bottiglia», racconta il personaggio televisivo, sentito nell’ambito di una inchiesta nata dalla vicenda. «Ci hanno detto di seguirli in auto lungo il Naviglio, siamo arrivati su uno sterrato e poi ad un cancello. Ho capito solo a quel punto che eravamo in un campo nomadi». Ma lì la sorpresa: ad aspettarli, invece dello champagne, c’è una rapina violenta. «Ho mostrato i soldi, un uomo allora ci ha condotti all’interno della sua roulotte, ha finto di prendere delle bottiglie di champagne e mi ha strappato dalle mani il borsello con il denaro — racconta Mora —. Subito hanno fatto irruzione tante donne, all’improvviso urlavano: “Via, via c’è la polizia”, udivamo colpi di arma da fuoco, sono intervenuti altri uomini di corsa. Ci hanno malmenato e poi tutti insieme, a spintoni, ci hanno cacciato via dal campo».

A fornire la somma era stato un pregiudicato, 'committente' dell'affare, che poi ha cominciato a tormentarlo per avere indietro i soldi. Ne è nata un'indagine per estorsione nella quale Mora è vittima, durante la quale la Procura di Milano ha individuato e indagato il presunto estorsore in una complessa vicenda che ha coinvolto anche un amico di Mora.

L'agente dei vip, 63 anni, condannato a sei anni e un mese per evasione fiscale, bancarotta e favoreggiamento della prostituzione, ha scontato la pena nella comunità Exodus di Don Mazzi.

  • shares
  • Mail