Isola dei Famosi 2019, Paolo Brosio naufrago

Il giornalista devoto alla Madonna di Medjugorje concorrente della nuova edizione del reality di Canale 5.

L'Isola dei Famosi 2019 sta per aprire i battenti. Giunto alle quattordicesima edizione, il reality per avventurieri di Canale 5 prenderà il via prossimamente e in questi giorni sono stati rivelati i nomi dei primi tre naufraghi che partiranno per l'Honduras alla conquista del premio finale.


Tra questi c'è Paolo Brosio, noto personaggio televisivo e giornalista piemontese. Nato ad Asti nel 1956, agli inizi degli anni '90 inizia a lavorare in televisione, prima come inviato di Studio Aperto su Italia 1, poi come collaboratore del Tg4 di Emilio Fede. Ottiene grande popolarità alla metà del decennio con i servizi su Tangentopoli e sull'inchiesta Mani Pulite, dai quali realizza nel 1994 il libro Novecento giorni sul marciapiede. Avventure e disavventure di un inviato a Tangentopoli. Nel 1997 passa in Rai nella trasmissione Quelli che il calcio di Fabio Fazio, a cui seguono esperienze negli anni 2000 come presentatore a Domenica In, Italia che vai e Linea verde. Nel 2006 vola oltreoceano per vestire i panni dell'inviato nella quarta edizione dell'Isola dei Famosi su Rai 2, mentre nel 2008 torna a Mediaset per lavorare insieme ad Emanuela Folliero a Stranamore. Voce delle partite della Juventus su Mediaset Premium del 2009, conduce poi Viaggio a... su Rete 4, prima di abbandonare gradualmente le luci dello spettacolo.

Dopo due matrimoni falliti nel 2004 e nel 2008, Brosio vive un lungo periodo di perdizione e confusione spirituale, alimentato da alcuni eventi drammatici, come la morte del padre e l'incendio doloso che ha distrugge il Twiga, locale della Versilia in gestione con Flavio Briatore. Cerca la pace nella fede, si converte e dedica la sua vita alla contemplazione di Dio e alla preghiera, scrivendo libri in cui parla della sua rinascita spirituale, del suo forte rapporto con la Madonna e delle apparizioni di Medjugorje (il settimo sul tema è del 2017). Riuscirà a reggere il ritmo di una nuova esperienza televisiva così dura?

  • shares
  • Mail