Claudia Montanarini, inizia il processo: "La mia storia come un romanzo horror"

L'ex tronista in tribunale dopo il presunto furto a danno del marito.

Claudia Montanarini in tribunale. Ha preso il via in questi giorni il processo alla tronista del dating show di Canale 5 Uomini e donne, accusata dall'ex marito Daniele Pulcini di essersi intascata un assegno da 55 mila euro custodito nella loro cassaforte comune grazie alla complicità di un'amica.

Il settimanale Oggi, nel numero in uscita domani in edicola, pubblicherà le dichiarazioni della soubrette 51enne, che ha paragonato la sua storia a quella di un romanzo horror. La Montanarini ha rivelato che il marito la "tiene in ostaggio" insieme ai suoi figli perché "mosso da vendetta e odio cieco, usa tutte le sue armi per colpire con crudeltà".

L'avvocato del marito, contattato dai giornalisti della rivista, ha replicato a difesa del proprio assistito che:

Il furto dell'assegno ci vede parte lesa, ma non calcheremo la mano. Vogliamo evitare il cumulo di altre condanne e impedire che Claudia possa finire in carcere ed essere separata dai suoi figli.

Nell'udienza dello scorso martedì, l'accusa - nella persona di Andrea Beccia - ha sottolineato che la Montanarini, fino al dicembre del 2015, avrebbe anche praticato atti di violenza psciologica nei confronti dei tre figli. Inoltre la donna era finita sui giornali per essersi resa protagonista di un'aggressione ai danni di una commessa, accusata di essere l'amante del marito, e per aver pagato due poliziotti affinché minacciassero la donna. Per questi reati, la Montanarini aveva ottenuto una condanna pari a 3 anni e 4 mesi di carcere.

  • shares
  • Mail