Claudia Pandolfi: "Sono un po' lesbica dentro, ho anche accettato delle avances da donne"

L'attrice, nelle sale con Se son rose e su Netflix con Baby, rivela di avere una sessualità fluida e di aver avuto esperienze erotiche saffiche.

Claudia Pandolfi si racconta sulle pagine di Spy, a poche ore dall'uscita di Baby, la serie prodotta da Netflix di cui sarà protagonista. L'attrice romana, da oggi anche nelle sale con Se son rose, la nuova commedia di Leonardo Pieraccioni, ha rivelato di essere molto apprezzata dal pubblico omosessuale, che forse rivede in lei una compagna:

Perché piaccio molto agli omosessuali? Perché sono un po' lesbica dentro. Ho sempre voluto capire di quante sfumature fosse fatta la mia sessualità. Sono eterosessuale, non è una novità per nessuno, ma non mi sono mai preclusa nessuna strada. Sono sempre stata una donna molto aperta.

Le idee chiare circa il proprio orientamento sessuale non le hanno impedito di esplorare orizzonti solo all'apparenza lontani dal proprio. Incontri saffici per una sessualità fluida, che non deve rimanere incatenata nei confini delle etichette prestampate di genere:

Se ho ricevuto avances dalle donne? Sì, e le ho anche accettate, a dirla tutta. Non ho mai avuto nessuna storia, sia ben chiaro, e pensate che il mio primo bacio, con una donna, lo diedi nel film “Le amiche del cuore” di Michele Placido. Poi ho giocato anche io, con delle amiche, ma a me piace scoprire l'essere umano e poco importa l'identità.
  • shares
  • Mail