Fabrizio Corona: "Con Asia Argento ho trascorso due notti. Cecchi Paone ha strumentalizzato la sua omosessualità"

Il 44enne ospite de La repubblica delle donne su retequattro fra passato e presente, le risposte alle critiche e la movimentata situazione sentimentale.

E' un Fabrizio Corona a tutto campo quello che ritroviamo ospite nel terzo appuntamento de La repubblica delle donne condotto da Piero Chiambretti in prima serata su Rete 4 il 14 novembre.

Fra i tanti argomenti affrontati nel lungo intervento: l'attuale frequentazione con Asia Argento e il rapporto con sua madre, considerazioni su temi che in passato lo hanno coinvolto in modo particolare come la vita in carcere e vicende più recenti come la lite in diretta tv con Ilary Blasi.

Lo stesso reality show in cui ora è presente la sua ex fidanzata Silvia Provvedi e dove gli sono state rivolte critiche da Alessandro Cecchi Paone che pochi giorni fa nella casa del Grande Fratello VIP ha parlato di Corona come un "cattivo esempio per i giovani italiani". La replica dal diretto interessato:

Ma chi, l’amico di Luxuria? Lui ha strumentalizzato la sua omosessualità per fare notizia a fine carriera. Per far parlare di sé, nascondendo la sua vita reale. Lui non sa cos’è la morale, e se hai dei comportamenti scorretti nella tua vita privata non devi essere pronto a insultare qualcuno solo per elevarti a simbolo di quello che non sei. Silvia non c’entrava niente, perché è l’unica ragazza che non ha mai usato la mia popolarità.

E il primo affondo:

Io sono un esempio per i giovani, e chi nega questo sbaglia. Perché io sono una persona che ha sbagliato, ha pagato e sta pagando, ma nonostante abbia sbagliato e stia pagando, sono uno che ogni volta che esce dalla galera si ricostruisce: crea uffici, fa fatturato, dà lavoro a tante persone… Se non sono un esempio io chi deve essere? I nostri politici? Sicuramente no!

Una vicenda ancora fresca di memoria è l'ormai celebre litigata in diretta tv fra l'ex Re dei paparazzi e la conduttrice del programma di canale5 Ilary Blasi avvenuta lo scorso 25 ottobre. Sembra che le acque si siano apparentemente calmate:

Dietro i meccanismi televisivi ci sono i rapporti famigliari, ci sono delle cose che non possono essere rese pubbliche. Però detto questo, oggi abbiamo messo un punto finale. La storia è finita, non ne parliamo più. È stata una storia che ha avuto i suoi strascichi. Diciamo che abbiamo avuto problemi tutti e due, adesso bene o male abbiamo risolto. Io ho chiesto scusa a chi dovevo chiedere scusa e poi per il resto la cosa è risolta. Alla fine non è che uno può andare a discutere a lungo per una roba, che è una cavolata.

La pace è siglata? Corona ha affrontato anche un argomento forte che certamente ha lasciato il segno nel suo percorso di vita, le carceri italiane e quindi la giustizia:

Il carcere dovrebbe essere l’extrema ratio: esiste l’affidamento, perché allora non concedere di scontare la pena fuori? Un detenuto, in carcere, sta tutto il giorno a letto a guardare la televisione e pensa a cosa potrebbe fare per recuperare gli anni persi: l’unica cosa che può fare dopo, non avendo possibilità di lavoro è andare a rubare. In questo modo non si combattono i problemi: bisogna portare fuori i detenuti, dandogli delle regole e facendoli lavorare.

Per il 44enne il carcere è stato il luogo dalla quale è nata una nuova persona, più consapevole e al contempo più determinato di prima:

Ogni volta che sono uscito dal carcere ho creato, ho costruito e ho lasciato il segno, che non sono gli errori che ho commesso. Poi la rabbia e la vita tra sesso, droga, rock’n’roll e sentimenti effimeri fanno parte di questo mondo, ed è difficile staccarsi - prosegue - Forse, quando troverò veramente la mia identità e avrò la mia professione, allora troverò una pace interiore e i sentimenti non saranno più effimeri. Il personaggio che ho creato - il Corona del 2007, del 2013 e 2015 - l’ho trasformato e oggi, nel 2018, è qualcos’altro.

Fabrizio Corona e la fede, un legame (a lungo andare) incrinato:

Sono completamente pazzo, ma in carcere ho vissuto delle esperienze indimenticabili. Il diavolo in me esiste ancora, purtroppo… Non credo più. Credevo in Dio, ma mi sono allontanato dalla fede. In carcere non ho visto nessuna luce, mi ero prefissato un obiettivo e l’ho raggiunto io.

Tutt'altro che negativo è il rapporto con la sua nuova fiamma, Asia Argento. Un incontro speciale che sta caratterizzando l'ennesimo periodo movimentato per entrambi. Recentemente Corona ha dichiarato di aver trascorso ore di passione in compagnia dell'attrice, un dettaglio che Asia ha cercato di dribllare nei suoi recenti interventi come ospite in Tv. Ci pensa lui a mettere in chiaro cosa è successo: "Io sono più estroverso in queste cose. Lei non ha voluto raccontare i dettagli intimi, però ti dirò che siamo stati due giorni di fila insieme a casa mia".

Chi ha storto il naso davanti alla relazione è la madre di Asia Argento che non solo ha espresso il suo disappunto sui social, ma ha anche pubblicato la risposta colma di rabbia di sua figlia. Un gesto che Corona ha commentato con un'altra stoccata:

Secondo me ha sbagliato, poi se ne renderà conto. Intervenire così e pubblicare dei messaggi privati, in una storia del genere, vuol dire cercare l’attenzione perché c’è dell’invidia.

 

  • shares
  • Mail