Valeria Filippetti, fidanzata del campione di Caduta Libera Nicolò Scalfi: "Lui sembra freddo, in realtà è dolce"

Un amore sbocciato 'dietro le quinte', parla la compagna del campione del game show di canale 5

Un episodio più unico che raro: una storia d'amore nata sotto il tetto di un game show. No, non è il gioco delle coppie ma tutt'altro: è successo a Caduta Libera, il preserale condotto da Gerry Scotti in onda tutti i giorni su Canale5 e che in questi giorni ha un protagonista Nicolò Scalfi, diventato celebre non solo per essere il campione della trasmissione dallo scorso 24 ottobre, ma anche per aver reso pubblico il suo fidanzamento con una concorrente, Valeria Filippetti.

Contattata dal settimanale Spy, la donna ha parlato della relazione in corso anzi, della favola! Iniziata in sordina da entrambe le parti:

I primi giorni non l'avevo neanche notato: ero tesa per la mia prima volta in televisione e Nicolò non l'ho proprio guardato. La mia unica paura era cadere nella botola e non riuscire a rispondere alle domande. Mai avrei immaginato che sarebbe potuta accadere una cosa del genere. E' stato merito di Gerry Scotti, ha fatto una battuta "ah quindi avete la stessa età", lì sono cambiate le cose. Tra una pausa e l'altra delle registrazioni, abbiamo cominciato a parlarci. fino a che lui mi ha chiesto di uscire.

Lei accetta la proposta, un primo passo in avanti, galeotto per l'intesa:

Mi rendevo conto del fatto che fosse un bravo ragazzo. In tv sembra freddo, ma dietro quello sguardo si nasconde una grande dolcezza. Poi è molto intelligente.

La storia così è sbocciata 'dietro le quinte', ciò ha portato al ritiro della ragazza, una decisione presa per amore:

L'ho fatto per una questione di rispetto. Sia nei confronti degli altri concorrenti, sia della produzione che ci vedevano sempre insieme: avevano cominciato a sospettare qualcosa sul nostro rapporto. E anche il pubblico da casa aveva capito che c'era qualcosa di più di una semplice simpatia. Noi avevamo provato a tenere tutto nascosto ma non ci siamo riusciti. Non volevo creare malelingue.

Eppure le malelingue su chi non crede alla loro storia ci sono. Lei si difende: "I fatti parlano da sé. Se non vogliono crederci, amen: non devo dare spiegazioni a nessuno". Lui milanese, lei romana, ma la distanza è tutt'altro che un problema: "Ci sono i treni, i telefonini, i social. Quando due persone si trovano bene insieme possono passare sopra a tutto" anche perché il rapporto è ancora work in progress:

Non è ancora chiaro. Ci conosciamo da ormai un mese e da allora non ci siamo mai staccati un attimo.

Insomma, tutte le carte in regola per un amore che eviti la caduta libera.

  • shares
  • Mail