Pomeriggio 5, Roger Garth contro Antonio Zequila: "Ti fingevi etero e ci provavi con me 20 anni fa"

Il modello contro Er Mutanda per i commenti sulla Marchesa d'Aragona.

Roger Garth, una bomba ad orologeria a Pomeriggio 5. Il modello, nel cast degli opinionisti della trasmissione condotta da Barbara d'Urso, si è schierato oggi contro Antonio Zequila, chiamato in studio per fornire la sua versione a proposito del titolo nobiliare di Daniela Del Secco. Il dibattito è sempre quello: marchesa sì o marchesa no?

L'attore campano ha rivelato che la concorrente del Grande Fratello Vip 3 ha un castello alle porte di Roma, tra il lago di Bracciano e quello di Trevignano, dove avrebbe soggiornato in passato. Alle dichiarazioni in favore della Marchesa è seguito il commento di Roger Garth sul ritorno di Zequila in televisione:

È tornato Er Mutanda. La testimonianza di Zequila non vale proprio niente. Non esistono castelli tra Bracciano e Trevigliano perché non esistono paesi medievali lì. Ora ci inventiamo i castelli che non esistono: per dire bugie bisogna avere cultura.

Inevitabile la replica di Zequila, che risentito del tono usato dal modello per sminuire la sua versione dei fatti, ha prima dato l'impressione alle telecamere di non ricordare il nome del collega opinionista, poi ha risposto:

Sono vent’anni che ci provi e fai ancora l’opinionista: là sei partito, con Chiambretti, e là sei rimasto.

Di tutto punto, il contrattacco di Roger Garth, che ha spostato la discussione dal suo percorso artistico al rapporto che avrebbe mantenuto con Zequila alla fine degli anni '90:

Ma stai zitto, ci provavi con me vent’anni fa quando facevi finta di essere etero!

Una rivelazione che suona come un outing per l'attore, già vittima dei giochi di ipnosi di Carmen del Pietro e Giucas Casella in un'indimenticata Domenica In. "È ghe?" Lui ha smentito nuovamente tutto, mentre Barbara d'Urso gli ha ricordato che non c'è nulla di indecoroso nell'essere parte di un salotto televisivo e commentare i fatti più scottanti di una trasmissione. Mai più sfuriate del genere, mai più?

  • shares
  • Mail