Grande Fratello Vip, Battista: "Odio chi si nasconde e resta nell'anonimato. Giovani e maturi dovrebbero partecipare separati"

Maurizio Battista torna a parlare del Grande Fratello Vip: "Meglio uscire dopo tre settimane a testa alta che dopo due mesi a testa bassa. Odio chi si nasconde". Sui giovani: "E’ una lotta impari tra me che ho tante tante preoccupazioni e uno di 25 anni. Dovrebbero fare due Gf". Nuovi attacchi alla Giorgi

Maurizio Battista torna a parlare del Grande Fratello Vip e lo fa in diretta su Facebook, rispondendo alle domande dei suoi fan.

Il comico romano ribadisce le difficoltà incontrate nel resistere all’interno della casa di Cinecittà e allo stesso tempo attacca chi in queste settimane non si è mai esposto, rimanendo lontano dalle discussioni.

Meglio uscire dopo tre settimane a testa alta che dopo due mesi a testa bassa. Parlo di chi si nasconde, di chi pensa che restando nell’anonimato non verrà nominato. Sì, non ti nominano nella casa, ma manco fuori perché non sei nessuno. Se fai queste cose, il sangue un po’ ce lo devi mettere. Qualche rischio nella vita bisogna prenderselo. Odio chi si nasconde, il vigliacchetto. La dignità è cosa cara, ma sono soldi spesi bene”.

Battista fa inoltre notare come esista un reality a due velocità, con i giovani e i più maturi che competono su campi differenti:

“Ho detto al Gf che dovrebbe fare due grandi fratelli. Uno per quelli sotto i 30 anni e uno per i 60. E’ una lotta impari tra me che ho tante tante preoccupazioni e uno di 25 anni. La bilancia pende dalla parte sua. Se hai dei sentimenti, dei malesseri o dei draghi, il programma te li tira fuori. Non è un gioco se lo prendi alla mia età, poi se lo prendi a 25 è un gioco tutto”.

Della sua avventura, durata circa tre settimane e conclusasi con il ritiro, l’attore si dice orgoglioso: “Ho toccato i miei limiti. Ci sono valori che si moltiplicano, se vuoi bene a moglie e figlia, lì ti mancano come l’aria, se hai una preoccupazione si moltiplica cento volte”.

Infine, ecco un nuovo attacco ad Eleonora Giorgi:

“Non è il format il problema, bensì le persone che ci stanno dentro. Un programma lo rovinano anche persone grandi, in teoria di esperienza, vedi la signora Giorgi. Secondo voi sta facendo un buon servizio al Grande Fratello?  No. E’ una signora di 65 anni che dice cose improponibili”.
  • shares
  • Mail