Michelle Hunziker e suo padre: "Pensavo che amasse l'alcol più di me"

La conduttrice rivela a Tv2000 del difficile rapporto con suo papà Rudolf segnato dall'alcolismo

Michelle Hunziker torna a parlare del suo passato. Questa volta, però, al centro del suo racconto non c'è la setta di cui è stata vittima negli anni di lancio della sua carriera, ma il difficile rapporto con suo padre Rudolf. I problemi di alcolismo di suo papà hanno segnato l'adolescenza della conduttrice.

Pensavo amasse l’alcol più di me. A un certo punto mi sono resa conto che nonostante sentissi veramente l’amore di mio padre quando era sobrio, quando invece beveva spaccava tutto.

Racconta Michelle nel programma Ave Maria di Tv2000 in un'intervista che andrà in onda martedì 23 ottobre.

Quando i miei genitori si sono separati aspettavo che mio padre mi venisse a prendere; lui mi dava appuntamento ma poiché l’alcol purtroppo ti annebbia tutto, si dimenticava. Allora io stavo ore e ore con lo zaino ad aspettare che tornasse papà, e lo difendevo contro tutti.

Figura centrale nella vita della showgirl è stata sua mamma Ineke.

Lavorava anche per mio padre, che tra l’altro era uno di quegli alcolizzati che non ammettono di esserlo, quindi è peggio. Un uomo meraviglioso, un’anima stupenda; però nel momento in cui iniziava a bere cambiava carattere e diventava aggressivo.

Tutto è cambiato una volta lasciata la Svizzera. L'incontro con Eros Ramazzotti, la nascita di Aurora.

È stato incredibile, improvvisamente si è aperto il capitolo di una favola. Abbiamo cercato un bambino presto e per me la maternità è stata veramente importantissima, è stato un regalo di Dio incredibile perché è grazie a questa bambina che ho iniziato a pormi delle domande che mi hanno anche salvato più avanti nella mia esistenza. Bisogna essere anche un po’ folli e dare priorità alla famiglia e ai bambini, perché grazie a loro tu puoi diventare qualcuno, puoi cambiare la tua personalità. Non sei più tu il centro di tutto e automaticamente fai meglio le cose, quindi eccelli.

Poi l'incontro con la setta, che avrebbe trascinato Michelle nel suo periodo più buio. Ma a farle aprire gli occhi è stata proprio Aurora con una semplice frase:

Mamma, io voglio ritrovare la mia mamma bionda e sorridente.

Poche parole che però avrebbero fatto capire a Michelle che, forse, stava diventando sempre più simile a suo padre. Un'entità esterna la trasformava, allontanandola dalla cosa più importante della sua vita: Aurora.



Oggi Michelle è mamma di altre due bambine, Sole e Celeste. Al suo fianco c'è suo marito Tomaso Trussardi, e come racconta a Tv2000, adesso ha trovato una nuova stabilità:

Tomaso per me, oltre a essere un grandissimo amore, rappresenta la stabilità. La stabilità è importante nella vita, è importante rendersi conto che hai trovato una persona con la quale vuoi camminare. Ovviamente non è sempre una passeggiata a ciel sereno. Io dico sempre: riuscire a realizzarsi nel lavoro è molto bello, ma il vero successo è nella vita privata con tuo marito, con la tua famiglia. Pensare di avere accanto una persona che mi ama così tanto e io amo così tanto mi da un senso di stabilità e questo è tutto per me.
  • shares
  • Mail