Corinne Clery: "Mio figlio? Non lo sento da 2 anni e mezzo e non mi manca"

L'attrice francese è stata intervistata a Vieni da me.

Corinne Clery è stata intervistata da Caterina Balivo, durante la puntata di Vieni da me, programma di Rai 1, andata in onda giovedì 18 ottobre 2018.

L'attrice francese, durante l'intervista, ha ripercorso la propria vita intensa e si è soffermata, ovviamente, anche su suo figlio Alexandre, nato dal matrimonio con Hubert Wayaffe.

Riguardo il suo unico figlio, la Clery ha riservato le frasi più clamorose perché l'attrice ha dichiarato di non avere rapporti con lui da circa due anni e mezzo, aggiungendo il fatto di non avvertire la sua mancanza.

Con le prime dichiarazioni, Corinne Clery ha svelato i motivi per i quali il rapporto con suo figlio si è incrinato fino a costringerla a tagliare i ponti con lui:

Fino a 30 anni, abbiamo avuto un rapporto meraviglioso e adesso no. I figli cambiano e bisogna lasciarli andare. Quando è morto Giuseppe, lui si è lasciato con la compagna e io gli ho aperto le porte di casa, anche per dare un equilibrio alle mie nipoti. Mi sono occupata di loro e lui si è occupato di me. La convivenza andava bene fino a quando sono andata a vivere in campagna. Voleva essere il mio padrone, voleva decidere per me, mi sentivo soffocata.

L'attrice non è scesa in ulteriori dettagli ma ha ammesso di avere avuto problemi di salute a causa del rapporto con suo figlio negli ultimi anni:

Poi sono successe un po’ di cose bruttine e ho dovuto dirgli: "Ognuno ha la sua vita". Mi sono ammalata. Per colpa del nostro rapporto così malato, mi è venuta una malattia psicosomatica per dieci mesi. Ho detto "Non posso più, mi devo salvare". C'è stata una reazione antipatica da parte di Alexandre.

Corinne Clery, quindi, ha affermato con decisione che suo figlio non le manca, aggiungendo che non crede di aver fatto troppi errori come madre:

Non lo sento da due anni e mezzo. Neanche alle feste. Angelo le ha provate tutto ma anche lui ha assisto a delle cose... Purtroppo, non mi manca. Ho sofferto troppo. Una mamma che riesce a dire questo... Mi mancano i ricordi, sono innamorata dei ricordi. Mi sono fatta degli esami di coscienza: credo di aver dato tutto, ho sbagliato ma non ho fatto niente di male. Forse lui ha una sofferenza atavica per il papà che non c'è stato.

  • shares
  • Mail