Chiara Ferragni candidata all'Ambrogino d'Oro

La moglie di Fedez in corsa per la massima onoreficenza milanese.

È destinata a far discutere la proposta del capogruppo di Forza Italia del Comune di Milano, Gianluca Comazzi, di insignire dell'Ambrogino d'Oro  l'influencer Chiara Ferragni. Si tratta del massimo riconoscimento conferito alla città a persone che si sono distinte per meriti particolari. La cerimonia avviene il 7 dicembre, in concomitanza con la festa di Sant'Ambrogio, patrono di Milano.

Ecco cosa ha dichiarato il consigliere comunale:

Al di là dei giudizi di valore, Ferragni è una professionista di enorme successo, con un fatturato di circa 10 milioni di dollari e un’azienda che dà lavoro a una ventina di persone e decine di consulenti. Ed è stata tra i primi a comprendere le dinamiche di questa nuova epoca, in cui i social network sono entrati in modo incisivo nella vita quotidiana delle nuove generazioni.

La presentazione delle candidature scade alle 12 di oggi, con il sindaco Beppe Sala che non ha commentato ma ha potere di veto sulla questione. L'anno scorso l'onoreficenza è andata ad alcune associazioni di volontariato e per quanto riguarda le celebrity al patron di Radio Deejay Linus. Ma restano negli annali i rifiuti di Dario Fo nel 1997, di Robert DeNiro nel 2004 e di Elio e Le Storie Tese nel 2008. Nel 2007 la Lega propose Povia, ma il cantante non ricevette alcun premio.

Insieme alla Ferragni sono candidati all'Ambrogino Jacopo Tissi, primo ballerino italiano assunto al Bolshoi di Mosca, il manager Giordano Zucchi e Arianna Szorenyi, superstite di Auschwitz, distintasi nel tempo per le sue testimonianze sull'Olocausto.

 

  • shares
  • Mail