Ambra Angiolini su Massimiliano Allegri: "Quando la Juve perde non lo chiamo per due giorni"

La showgirl scherza sull'allenatore toscano.

Ambra Angiolini promette e poi mantiene, per citare una sua memorabile hit che ancora cantiamo ai karaoke. Intervistata da I Lunatici in onda su Radiodue, l'ex stellina di Non è la Rai ha parlato del suo rapporto con l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, scherzando sul fatto che quando la Vecchia Signora perde - un fatto in realtà rarissimo - preferisce non sentirlo per due giorni:

Non vado mai allo stadio, ho delle cose scaramantiche, poi mi aiuta il fatto di vivere a Brescia, così non ho subito il risultato diretto.  Quando esce dallo stadio va a casa con i suoi amici e aspetto 48 ore. È un uomo molto serio sul lavoro, torna sempre con la squadra, segue tutte le sue regole. Le rispetto e intanto aspetto. So che tornerà.

La showgirl ha parlato anche della bulimia:

Un po' si resta per tutta la vita. La bulimia vuol dire anche amare tantissimo, desiderare tanto di essere amata. L'atteggiamento un po' bisogna coccolarlo, perché ti resta addosso. Se lo accetti non diventa malattia. Quando sono rimasta incinta di mia figlia Iolanda la fame d'amore si è finalmente placata.
  • shares
  • Mail