Uscita da qualche giorno dalla clinica in cui è stata ricoverata per 8 mesi a causa di importanti disturbi alimentari, Valentina Dallari ha raccontato la sua rinascita ai colleghi di Fanpage. L’ex tronista di Uomini e donne ha risposto così quando la giornalista le ha chiesto come stesse ora:

Diciamo molto meglio. Psicologicamente sono cresciuta tanto e sono riuscita ad avere la consapevolezza necessaria per combattere la malattia. Attualmente sto frequentando 3 volte a settimana il Centro Diurno della Residenza, che serve per accompagnare il paziente alla fine del suo percorso a tornare alla vita. Sono molto legata a quella residenza, professionisti si sono presi cura di me come una figlia.

La Dallari ha precisato che ancora oggi “è difficile dire che” l’anoressia “sia sparita del tutto“:

Ancora la sento, ovviamente riesco a controllarla e mi stanno ancora aiutando proprio per questo, ma è sempre lì dietro l’angolo. È davvero come una persona che si impadronisce della tua mente, del tuo corpo e dei tuoi occhi.

Dopo aver raccontato come trascorreva le giornate all’interno della clinica (assistita 24 ore su 24) da un’equipe di dietisti, nutrizionisti e psicologi, Valentina ha chiarito quanto dichiarato a proposito dell’ex fidanzato Andrea Melchiorre, una cui frase pronunciata tempo fa avrebbe contribuito a scatenare i suoi problemi (lui di recente ha replicato):

Mi dispiace essere stata fraintesa. Non ho assolutamente incolpato lui dell’inizio della mia malattia. Ho detto che ha contribuito sicuramente, quando mi diede pubblicamente della cellulitica o quando nel privato mi diceva che mangiavo troppo. Questo, più altri fattori esterni come anche i social network, il mio vissuto e passato, mi hanno portato lentamente nel vortice dell’anoressia.

Parole che però non devono essere interpretate come un tentativo di riappacificazione con il ragazzo conosciuto all’interno del programma di Maria De Filippi perché “non ho assolutamente interesse nel perdonarlo” in quanto “gli uomini sanno essere davvero spietati“.

Infine, ha ammesso che per ritrovarsi ha dovuto “rinunciare alla perfezione, perché la perfezione non esiste e purtroppo in questa società apparire conta molto più dell’essere“:

Ancora non sono soddisfatta del mio aspetto fisico e probabilmente non lo sarò mai, ma so quanto valgo dentro e quanto sono vogliosa di vita.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto