“Il ‘padrino’ della Mostra del Cinema di Venezia, tal Michele Riondino qui in compagnia della tranquilla Asia Argento, si dichiara ‘contento di non incontrare Salvini’. Invece lo incontrerei volentieri, sono curioso e testardo, nella speranza di riportarlo su retta via…”. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ha risposto via Twitter alle parole pronunciate dall’attore in un’intervista concessa al Corriere della Sera.

Il ‘Giovane Montalbano’ aveva detto al quotidiano:

Sono contento di non incontrare il ministro Salvini nè altri rappresentanti del cosiddetto governo del cambiamento. Salvini non mi rappresenta e non rappresenta la maggioranza di quelli che hanno votato 5 Stelle. E lo dico da elettore dei 5 Stelle. Chi ha votato 5 Stelle non si sarebbe mai messo con la Lega. Non avrei mai accettato il contratto di governo con la Lega e non avrei mai votato 5 Stelle se avessi saputo che loro lo avrebbero fatto.

Da segnalare che anche il governatore del Veneto Luca Zaia (leghista pure lui) ha replicato piccato a Riondino spiegando che “nella vita bisogna essere umili e saper anche tacere senza voler sempre fare il primo della classe“:

Mi dispiace per Riondino per le sue dichiarazioni sul Ministro Salvini, ma sarebbe stato lo stesso rispetto a qualsiasi politico senza eccezione alcuna, ha rovinato la sacralità della Mostra.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto