Maria Teresa Ruta è una delle protagoniste della prossima edizione di Pechino Express, in partenza il prossimo settembre su Rai 2. La squadra composta da lei e Patrizia Rossetti, quella de Le Signore della Tv, ha sostituito la coppia di Eleonora Brigliadori e il figlio Gabriele Gilbo a pochi giorni dalla partenza per l’Africa, protagonista del viaggio a tappe del docu-reality di Costantino della Gherardesca.

Ai microfoni del settimanale Vero e Mio, la conduttrice ha raccontato l’esperienza di gioco in compagnia della collega, conosciuta di persona per la prima volta in aeroporto, prima del volo per il Marocco:

Non la conoscevo Patrizia di persona Patrizia, ma mi sono lanciata con grande entusiasmo in questa sfida. Siamo una coppia divertente ma anche vincente. Due donne che si sono fatte da sole, serie, corrette e coraggiose. È stata questa la forza che ci ha permesso di essere, sin da subtio, molto unite. Vi assicuro che anche Patrizia ha tirato fuori tanto coraggio in certe situazioni. Poi abbiamo profonde differenze: io sono sempre con la testa tra le nuove e spesso mi distraevo.

Come tanti altri concorrenti in passato, il viaggio è riuscito a trasformarsi in un percorso di crescita, una sfida con sé stessi che mette i concorrenti della gara di fronte ad ostacoli mai pensati:

Abbiamo sfidato i nostri limiti, anche se non sono mancati imbarazzi e avolte ci siamo sentite inadeguate. Io volevo gustare, il più a lungo possibile, il viaggio. Era questo che mi interessava e volevo fare bella figure! Ma farla vuol dire essere me stessa e far capire ai miei figli quello che ho sempre detto, che non bisogna mai mollare. La gara nella vita è sempre con noi stessi, per superare i nostri limiti.

A proposito di famiglia, l’unica raccomandazione che il marito Roberto e i figli le hanno fatto alla vigilia della partenza è stata quella di cogliere ogni istante della traversata lungo la costa occidentale:

Mi hanno spinto a godermi fino in fondo questa esperienza senza pensare a nulla. Ho conosciuto Roberto 14 anni fa e mai ci eravamo separati per così tanti giorni. Generalmente siamo sempre insieme anche su lavoro. Pechino mi ha detto che per Pechino, però, questo sacrifico poteva essere fatto. Per un altro reality no.

E dal racconto – rigorosamente senza anticipazioni – pare che il consiglio sia stato seguito alla lettera: un viaggio totalizzante, che ha concesso alla donna di conoscere la generosità di popoli sconosciuti e spesso vittime del pregiudizio:

È un disastro, sono riuscita a rovesciare teiere, a fare di tutto! Quello che mi hanno dato è stato molto di più di quello che mi aspettavo!

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto