Il fatto non sussiste”. Lo affermano i pm in merito alla vicenda delle presunte molestie riguardante Fausto Brizzi. La Procura di Roma – come riporta il sito di Repubblica – ha infatti chiesto l’archiviazione per il regista romano, indagato a seguito delle denunce presentate da tre donne.

Brizzi era stato iscritto nel registro degli indagati lo scorso aprile per episodi contestati risalenti al 2014, 2015 e 2017.

Gli inquirenti – si legge – coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, hanno svolto accertamenti anche per i due casi, quelli risalenti ad alcuni anni fa, le cui denunce erano arrivate oltre i termini di legge. Secondo le tre giovani, Brizzi le avrebbe invitate nel suo loft per un provino e le avrebbe poi obbligate a subire atti sessuali. In base a quanto accertato dai magistrati nella vicenda non sono stati riscontrati profili di natura penale”.

Il caso Brizzi era esploso mediaticamente dopo alcuni servizi lanciati in autunno da Le Iene. Il regista sarebbe uscito nelle sale qualche settimana dopo con il film di Natale Poveri ma ricchissimi, ma il polverone spinse la Warner a togliere il nome di Brizzi dai trailer.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto