Amanda Lear contro Simona Izzo che le aveva dato del transgender

"Non avete in Italia una specie di censura che dice alla gente 'Ma cosa dici? Ma stai zitta!'".

amanda-lear-simona-izzo.jpg

"Amanda Lear? È un uomo". Lo aveva sostenuto Simona Izzo prima all'interno della Casa del Grande Fratello 15, poi nel salotto domenicale di Barbara d'Urso. "Amanda non si è offesa perché è intelligente", aveva detto la bionda regista per sostenere la sua tesi. "Io non ho conosciuto personalmente Dalì ma ho letto la sua biografia. L’ho scoperto da lì. Dalì ha amato Amanda Lear sia nella sua prima fase che nella seconda. E’ il caso di un transgender". E invece la signora Lear si è risentita da tali affermazioni.

Intervistata da Gaspare Baglio per Rolling Stone ha detto:

"Quello che non mi diverte è vedere, per esempio, dalla D’Urso, della gente che parla di me, ma non ho mai incontrato in vita mia, che non conosco, non so neanche chi sono. Tipo? Simona Izzo. Non la conosco. Io non posso andare a dire cose sulle persone, se non le conosco. Non mi permetterei mai. Non avete in Italia una specie di censura che dice alla gente 'Ma cosa dici? Ma stai zitta!'. Invece il padrone di casa del programma li spinge a continuare e poi dice: 'Ma perché dici così?'. È un’ipocrisia. Comunque l’importante è che la gente di strada mi ama. Non questi tre opinionisti. Ah, perché ora c’è un nuovo mestiere: l’opinionista. Che lavoro fanno? Hanno un’opinione. Vabbè. Avranno fatto studi per essere opinionisti?".

  • shares
  • Mail