Nadia Toffa morta ma è una fake news: "Twitter funziona anche dall'aldilà"

La conduttrice ed inviata de Le Iene ironizza su Twitter

nadia_toffa_morta_fake_news_bufala.png

Nadia Toffa, nelle scorse ore, è stata protagonista, suo malgrado, di una vera e propria bufala riguardante la sua presunta morte. Per fortuna, si trattava dell'ennesima fake news (di cattivo gusto visto che l'inviata de Le Iene, da diverso tempo, lotta per combattere un brutto male). Ecco la risposta assai ironica dell'amatissima conduttrice:


Ragazzi incredibile!!!!! Questa sì che è una notizia! Twitter funziona anche dall’aldilà.

La Toffa, nelle ultime settimane, non ha preso parte al programma di Italia 1 per potersi sottoporsi alle cure e ha dovuto rinunciare ad un'ospitata ad Amici come ospite d'eccezione. Nelle scorse ore, però, Nadia ha rotto il silenzio in occasione dell'assegnazione di un riconoscimento al Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta per un reportage realizzato insieme al collega Marco Fubini e andato in onda nella puntata de 'Le Iene' del 19 marzo 2017:

Il pensiero va a tutti quei bambini che sono costretti a subire abusi e che non hanno nemmeno la forza di gridare aiuto, e sono ancora tanti, troppi che hanno bisogno di essere salvati, e ogni violenza che subiscono è un pugno nello stomaco a tutti noi. L'inchiesta sul giro di prostituzione minorile vicino allo stadio San Nicola di Bari è una di quelle inchieste che ti scuote l'anima. Sei sbattuto senza filtri di fronte alla peggiore miseria umana. Eravamo partiti con l'obiettivo di porre fine a questo schifo. In passato ci siamo già occuparti di inchieste simili, ma fatti di questa gravità eravamo abituati a vederli in posti lontani da noi, paesi in via di sviluppo dove purtroppo la tratta dei bambini è quasi alla luce del sole. Ma mai avrei pensato di vedere quello che ho visto in pieno giorno in una delle città più belle ed evolute d'Italia. Nei mesi successivi, fino a poche ore fa, le indagini delle forze dell'ordine hanno portato all'arresto di molte persone cosiddette 'per bene' con l'accusa di pedofilia. Una vergogna che andava fermata e così è stato.

  • shares
  • Mail