Amanda Lear a L’Intervista: “Ancora adesso i ragazzi mi dicono ‘Quanto sei bona!’. La mia ambiguità? Oggi tutte le donne sono così…”

L’artista di origini francesi è stata intervistata da Maurizio Costanzo.

Amanda Lear sarà la protagonista della prossima Intervista di Maurizio Costanzo, nel programma omonimo di Canale 5 che andrà in onda lunedì 21 maggio 2018, in seconda serata.

L’artista di origini francesi, che nella sua carriera si è misurata come modella, cantante, attrice, scrittrice, pittrice e conduttrice, 71 anni, durante l’intervista, ha affrontato argomenti già noti che la riguardano: l’ambiguità che ha caratterizzato tutta la sua carriera, il rapporto artistico e sentimentale con Salvador Dalì, la storia con Dawid Bowie e non solo.

Amanda Lear ha esordito, parlando della sua età, dichiarando di essere ancora in grado, nonostante i suoi 71 anni, di attrarre i giovani:

L’età anagrafica non mi interessa… Ancora adesso i ragazzi mi dicono “Quanto sei bona”… Il complimento è lì…

Per quanto riguarda l’ambiguità, Amanda Lear, dal proprio punto di vista, ha spiegato l’origine di queste voci che non l’hanno mai infastidita più di tanto. Secondo la Lear, oggi tutte le donne sono un po’ maschili negli atteggiamenti:

L’ambiguità? E’ quando la gente normale non riesce a capire bene cosa sei, chi sei… Io ho sempre dato l’immagine di una donna aggressiva… Un po’ maschile nell’atteggiamento… E la gente pensava: “Una donna non si comporta così… Non è una donna vera”. Oggi tutte le donne sono così…

Per quanto riguarda Salvador Dalì, Amanda Lear si è soffermata sullo stranissimo rapporto che instaurò con la moglie del genio spagnolo:

Ho capito di essere innamorata di Salvador Dalì quando la moglie mi ha detto: “Se lei vuole il mio posto questa è la mia stanza”. Non avevo mai incontrato una donna così, che non aveva la gelosia. Dopo è diventata la mia migliore amica e sono rimasta con questa strana coppia più di 15 anni…

Riguardo il compianto David Bowie, infine, la Lear ha parlato nuovamente dell’abitudine del Duca Bianco di truccarsi troppo:

David Bowie era tenero, attraente… Intelligente, un grande artista ma anche tormentato. E’ stato il primo a credere in me come artista… Mi ha pagato le lezioni di canto. Si truccava più di me… Ma il problema dei maschi che si truccano è che non si struccano la notte per dormire. Mi sporcava il cuscino con il fondotinta.

I Video di Gossip Blog