Rita Rusic contro Valeria Marini: "Cecchi Gori non si deve far usare, lei ha rovinato la nostra famiglia"

La produttrice ed ex moglie di Cecchi Gori non ha gradito la presenza di Valeria Marini alla festa di compleanno del neo 76enne.

rita-rusic.png

Compleanno amaro per Vittorio Cecchi Gori. Il noto produttore cinematografico, tornato in grande forma dopo il malore dei mesi scorsi, ha voluto festeggiare i suoi 76 anni nello studio de Il Sabato Italiano su Rai 1. Per festeggiarlo, da Miami si è collegata la sua ex moglie Rita Rusic, che le è stata molto vicina durante l'ultimo periodo delicato. Il momento idilliaco, però, è stato rovinato da una polemica circa la festa di compleanno di Cecchi Gori che si era tenuta pochi giorni prima a Roma e alla quale ha partecipato Valeria Marini.

"E' tutto fatto a posta per dare fastidio alla famiglia. Quando tu stavi male, abbiamo visto chi c'era al tuo fianco. Ci sono persone che vengono soltanto quando ci sono i fotografi e le telecamere, o addirittura le fanno venire loro per farsi pubblicità e basta. E per dare fastidio. Ci sono persone che purtroppo campano di questo", ha attaccato la Rusic. "Ormai siamo più di marito e moglie - ha continuato -. Siamo due persone mature che per tutta la vita saranno legate dai figli. Ancora oggi ci lega un affetto di un passato che non si può dimenticare o cancellare. I ragazzi invece si ricordano di sofferenze passate e di periodi orribili e quindi non vogliono stare vicino a persone che non sono gradite. Facciamo subito i nomi: Valeria Marini, punto. Non è gradita dai figli".

"Lascia perdere", ha cercato di glissare Vittorio. "Non me ne frega niente", la replica della Rusic. "C'erano anche altre persone", ancora lui. "Lei dava fastidio e basta. Lei ha rovinato la vita della famiglia, parecchio. Tu non te lo ricordi perché eri preso da altre cose, però io ricordo i Natali e i compleanni dove Vittoria non poteva venire a casa, perché poteva entrare solo Mario. Io per cinque anni non ho potuto parlare con te. Me lo ricordo benissimo e mi ricordo una festa di compleanno di Mario, quando io sono arrivata con Angelo Perrone e siamo stati cacciati davanti a tutti gli altri invitati: io ero la madre del festeggiato. Certe cose non me le voglio dimenticare. Dovresti avere più sensibilità Vittorio. Non devi farti usare".

vittorio-cecchi-gori.png

  • shares
  • Mail