Gabriel Garko a Ballando con le Stelle: polemiche per il viso "gonfio" e per la battuta sulla "cicciona"

Il post condiviso su Instagram dall'attore.

gabriel-garko.jpg

Gabriel Garko ha partecipato alla puntata di Ballando con le Stelle, il talent show dedicato al ballo, condotto da Milly Carlucci, andata in onda su Rai 1 sabato scorso.

L'ospitata dell'attore torinese ha dato adito a polemiche e chiacchiericci, sostanzialmente, per due motivi: il viso dell'attore, apparso misteriosamente gonfio, e una battuta sulle "ciccione", sottolineata in diretta da Selvaggia Lucarelli, uno dei giudici del talent show di Rai 1, che ha subito cercato di far notare a Garko la gaffe commessa.

Riguardo la battuta non proprio felicissima ("I miei genitori volevano farmi danza da bambino, avevo anche iniziato, ma poi mi hanno dato una ballerina brutta e cicciona e ho smesso!"), Gabriel Garko si è successivamente scusato con un post condiviso sul proprio profilo ufficiale Instagram:

Scusatemi tutti per la frase sulla cicciona... Voleva solo essere una battuta su un pensiero che avevo avuto quando avevo 6 anni... Non è un pensiero che ho oggi... Ammetto di essermi espresso male...

Garko, quindi, ha anche parlato del suo viso gonfio, affrontando l'argomento con toni pacati, come se le polemiche provocate non l'avessero stupito più di tanto:

Inerente alla faccia, ho avuto un intervento causa cisti non estetico e comunque ho avuto il coraggio di andare in tv anche se sapevo di essere ancora gonfio, grazie scusate ancora un bacio.

La giustificazione dell'intervento resosi necessario da una cisti, però, non ha convinto del tutto Clemente Zorzetto, chirurgo estetico e plastico interpellato dal settimanale Gente, che ha dichiarato:

Tutto può essere. Escluderei però che il gonfiore sia esito di terapie cortisoniche o conseguenza di ipotiroidismo. La prima ipotesi è che si sia fatto riempire come un uovo di filler con acido ialuronico. Il mento, soprattutto, è diverso: da smilzo e sottile qual era ora è bombato, rinvigorito. La seconda ipotesi, anche se a questa darei un 10 per cento di possibilità, è che si sia sviluppata una reattività imponente ai filler.

  • shares
  • Mail