Adriana Volpe, incendio in casa: "Potevo morire folgorata"

La conduttrice racconta al settimanale "Nuovo" i momenti di pericolo vissuti dopo lo scoppio dell'incendio nella sua casa dove si trovava con sua figlia

adriana-volpe.jpg

Adriana Volpe al settimanale Nuovo racconta i momenti di pericolo vissuti a causa di un incendio scoppiata nel bagno della sua casa. La causa delle fiamme è stata uno scaldino elettrico che la conduttrice avrebbe lasciato acceso per riscaldare l'ambiente mentre svegliava la figlia Gisele per poi farle il bagno.

Dopo essermi fatta una doccia sono andata a svegliare mia figlia Gisele e ho lasciato acceso lo scaldino elettrico in modo che lei trovasse il bagno caldo. Mentre ero nella cameretta di Gisele ho sentito un rumore molto forte e ho pensato che lo scaldino, appoggiato su un mobiletto, fosse caduto per terra. Poco dopo ho avvertito anche un forte odore di plastica bruciata e mi sono subito precipitata in bagno.

La scena che si è prospettata ad Adriana Volpe l'ha messa immediatamente in allerta, fiamme alte circa un metro, con lo scaldino sempre attaccato alla corrente.

Non potevo credere ai miei occhi, perché lo scaldino era esploso e le fiamme erano alte un metro! Avrebbero potuto prendere fuoco anche i tappetini e le tendete a quel punto sarebbe diventato molto difficile gestire l'incendio.

Capendo la situazione di pericolo la conduttrice ha deciso di mettere in sicurezza sua figlia e poi ha provato a spegnere le fiamme.

Per prima cosa ho fatto allontanare mia figlia, volevo metterla al sicuro. Poi mi sono fatta largo tra le fiamme e ho staccato la spina dalla presa di corrente. Solo allora ho preso un secchio d'acqua e ho spento le fiamme.  Pensa che se avessi gettato subito l'acqua sul fuoco senza staccare la spina sarei morta fulminata. La prima cosa da fare in casi come questi è staccare il contatore generale della corrente.

 

  • shares
  • Mail