Alba Parietti: "Con Marco Travaglio, ci conosciamo dall'asilo. Mi prendeva a pallonate!"

Il giornalista e la showgirl sono stati intervistati a Un giorno da pecora.

alba-parietti.jpg

Cosa hanno in comune Alba Parietti e Marco Travaglio?

Molte cose, stando all'intervista che il giornalista e direttore de Il Fatto Quotidiano e la showgirl hanno rilasciato in coppia durante una puntata del programma radiofonico Un giorno da pecora.

Marco Travaglio e Alba Parietti, infatti, sono nati entrambi a Torino, sono cresciuti nello stesso quartiere, sono stati compagni di asilo e hanno anche frequentato la stessa scuola e lo stesso oratorio.

Per attirare la sua attenzione, Marco Travaglio tentava di prenderla a pallonate (!):

Ci conosciamo da sempre, anche se non ci siamo frequentati perché avevamo due giri di amici diversi. Siamo nati nello stesso quartiere a poche decine di metri di distanza l'un l'altro. La ricordo benissimo, girava per il quartiere con il suo cagnolino al guinzaglio, era una bellissima ragazza. Aveva sempre un vestito bianco con le frange. Noi giocavamo a calcio nel parco e cercavamo di colpirla col pallone per attirare la sua attenzione, perché se la tirava un po'.

Alba Parietti ha confermato l'aneddoto e ha definito Travaglio un "bimbo dispettoso":

Con Marco siamo stati anche compagni di asilo, anche se Marco ci tiene a dire che ha tre anni meno di me. E poi siamo andati anche alla stessa scuola, la Gaspare Gozzi, e frequentavamo lo stesso oratorio. Era un bimbo dispettoso, tanto che mi tirava le pallonate. Me lo ricordo all'asilo col grembiulino azzurro.

Ovviamente, Marco Travaglio non ci ha mai provato con Alba Parietti, visto e considerato che tirare le pallonate non risiede tra le tecniche di seduzione vincenti:

Mi ricordo quando Alba recitava nel teatro parrocchiale, faceva il personaggio di Cecilia nella pièce L'importanza di chiamarsi Ernesto. Non ci ho mai provato, lei era bellissima, ma noi non osavamo, lei era più grande. Lei era già una donna mentre noi eravamo degli sbarbatelli che giocavamo a pallone.

  • shares
  • Mail