Uomini e Donne, Gemma Galgani: "Giorgio incastrato nel suo io, Tina Cipollari? Parole dolorose"

Gemma Galgani e l'antipatia reciproca per Tina Cipollari durante il trono over di Uomini e Donne

03_29_2018_15_20_15.jpg

Gemma Galgani, in una lunga intervista al settimanale Uomini e Donne Magazine, fà chiarezza sulla natura dei propri sentimenti per Giorgio Manetti da cui ha ricevuto un sonoro due di picche dopo essersi riproposta nuovamente per aprirsi uno spiraglio nel suo cuore senza, però, riuscirci:

La mia ricaduta è stata essermi riproposta a Giorgio. È stato qualcosa di forte, fortissimo. Io ho lanciato un appello, l’ho fatto con i crampi allo stomaco. Era un segnale d’amore che portava con sé sogni e luce. Come sono io. Per me è inconcepibile che due anime come le nostre, perfette insieme, non si siano ritrovate. Parlo ormai al passato ovviamente.

La dama torinese è convinta che, se solo avesse voluto, il cavaliere fiorentino avrebbe potuto rituffarsi in una storia d'amore coinvolgente protetta dal destino:

Io volevo ricominciare una storia con lui. Un fidanzamento. Volevo, ma lui mi ha rifiutata. E’ rimasto fermo dentro le sue emozioni. Forse incastrato nel suo io. Mi piace pensarla così. Purtroppo non sono una visionaria, sentivo tutto, ma si ama in due, non a senso unico.

Gemma, però, non dispera e sogna di trovare il principe azzurro che la possa corteggiare, far sentire importante, ricoprirla di piccole attenzioni che ogni donna, forse, spera dall'uomo che ama:

Ora il mio cuore è un bagaglio per un lungo viaggio da riempire con i vestiti giusti, da uomo e da donna. Cerco una mano per rialzarmi dalla caduta. L’entusiasmo c’è, manca la materia prima […] Mi manca una spiaggia al tramonto condivisa con una persona che amo.

Con l'opinionista Tina Cipollari, invece, è guerra aperta:

L’antipatia di Tina nei miei confronti è conclamata. Non mi ha colpito la torta in faccia, ma le parole che sono molto più dolorose.
  • shares
  • Mail