Uomini e Donne, Alessandro D'Amico: "I genitori di Alex? Accanimento e cattiveria ingiustificati"

I genitori di Alex Migliorini contro Alessandro D'Amico

alessandro_damico_crossfit_muscoli_2018.jpg

Alessandro D'Amico, intervistato da Uomini e Donne Magazine, ha spiegato, una volte per tutte, i motivi della rottura con Alex Migliorini. Dopo la scelta, i due ex innamorati hanno bruciato le tappe prendendo una casa assieme a Milano. L'entusiasmo iniziale, dopo poche settimane, però si è esaurito:

Poi, dentro di me, pian piano, l’amore andava scemando. Mi chiedevo il perché ma non riuscivo a darmi una risposta. Non riuscivo a fingere o a far finta di nulla e ne ho parlato con Alex. Forse stavamo correndo troppo e il nostro progetto di vita insieme a Ibiza si stava allontanando e perdendo di significato e valore (almeno per me). Nella mia testa pensavo che avremmo potuto prenderci del tempo per capire. Non volevo arrivare alla rottura definitiva ma vederci più chiaro. Peccato! Lui, ha fatto le valigie e se n’è tornato a casa dai suoi a Verona.

Il crossfitter ha confessato, inoltre, candidamente di non essere mai piaciuto ai genitori dell'ex compagno che, in maniera più o meno esplicita, hanno tentato di minare l'armonia di coppia:

Lo sapevo sin dall’inizio di non piacere ai suoi genitori. Non mi sono mai sentito accolto. Si figuri che durante un pranzo di Natale sua madre ha detto che non c’era paragone tra me l’ex fidanzato di suo figlio. Non ho mai voluto prendere una posizione per non far soffrire Alex, ma molte volte avrei preferito che lui dicesse qualche cosa. Sono molto protettivi con lui. Io non ho più la mamma e avevo della aspettative sulla sua famiglia. Dentro di me nutrivo il desiderio di ritrovarne una. Non è stato possibile.

In particolare, la mamma dell'ex tronista del programma di Maria De Filippi ha cercato di mettere in cattiva luce Alessandro, convinta che non fosse l'uomo ideale per stare accanto al figlio:

La madre di Alex ha postato su Facebook l’immagine di una contravvenzione, presa da me, mentre guidavo la sua auto. La cosa più brutta è quello che ha scritto sul mio conto: “Pubblico queste multe per farvi sapere uno dei tanti motivi perché non abbiamo accettato Alessandro (vive la vita alla giornata usando e sfruttando le persone senza pensare alle conseguenze che provoca)“. Questo non lo accetto in nessun modo. Avevo dato i soldi al Alex per pagare quelle multe. Nei miei confronti ci sono un accanimento e una cattiveria ingiustificati.

Adesso, l'ex corteggiatore ha intenzione di riprendersi in mano la sua vita e ripartire da se stesso per nuove eccitanti mete:

Partirò da solo per Ibiza, dove ormai da anni mi sento a casa. Ad Alex, a cui comunque voglio bene, ho consigliato di rimanere a Milano e crearsi una sua vita. Sono stato me stesso sempre. Ero felice, peccato che è durata poco.
  • shares
  • Mail