Ballando con le stelle 2018, Massimiliano Morra: "Voglio giocare e divertirmi"

Massimiliano Morra nei panni di provetto Ballerino a Ballando con le stelle 2018

massimiliano_morra_ballando_con_le_stelle_2018.jpg

Massimiliano Morra, protagonista dell'ultima edizione di Ballando con le stelle, in una lunga interivsta al settimanale Mio, in edicola questa settimana, ha rivelato di essere al settimo cielo per questo inedito impegno che lo sta facendo conoscere, dal grande pubblico, come artista a tutto tondo:

A me stesso di riuscire anche a ballare, perché è una disciplina per me nuova, con la quale non mi sono mai cimentato prima, quindi di mettermi in gioco mi emoziona e allo stesso tempo mi sprona a far bene. Riguardo al pubblico, spero che mi apprezzi anche come ballerino, me lo auguro. E, poi, un talent come Ballando, oltre ad essere un'ottima vetrina, può essermi anche utile in futuro sul lavoro per nuovi ruoli.

Oltre al favore del pubblico, l'attore napoletano non teme i giudizi dell'agguerritissima giuria:

C'è sempre quell'ansia forte ma mi sento abbastanza carico e pronto ad affrontare qualsiasi cosa, ho provato e continuo a provare ed allenarmi tantissimo ogni giorno. La verità è che questo tipo di programma lo prendo un pò come un gioco, così come ho sempre fatto con i primi provini come attore. Mi sono sempre presentato senza troppe aspettative, senza dover a tutti i costi dimostrare di essere bravo, ma col solo gusto di divertirmi, e questa cosa mi ha sempre premiato. Altrimenti c'è il rischio di rimanere fregati. Quindi, giocare e divertirmi.

MASSIMILIANO MORRA - LA CARRIERA


Nato il 30 luglio del 1986 a Napoli, giovanissimo inizia a lavorare come modello, diventando testimonial di vari marchi e aziende d’abbigliamento nazionali ed internazionali. Nel 2010 vince il titolo Il più bello d’Italia. Da sempre appassionato di sport, prende il brevetto di Personal Trainer. Si iscrive all’università per conseguire la laurea in “tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria”.

Allo stesso tempo, inizia a studiare recitazione e dizione. Dopo poco, viene convocato a Roma per sostenere i primi provini. Esordisce come attore protagonista nel 2013, al fianco di Manuela Arcuri nella seria tv Pupetta, il coraggio e la passione (regia di Luciano Odorisio). Successivamente, sempre nello stesso anno, divide il set con Virna Lisi in Baciamo le mani, Palermo-New York 1958 (diretto da Eros Puglielli). Tv Sorrisi e Canzoni, in occasione del Roma Fiction Fest del 2013, lo premia come Rivelazione dell’anno. Sempre nel 2013, durante la “43esima giornata d’Europa”, tenutasi in Campidoglio, riceve l’Oscar dei giovani per la sua interpretazione del personaggio Vito Calabrese in Baciamo le mani – Palermo New York 1958. Nel 2014 è tra i protagonisti della seconda stagione de “Il peccato e la vergogna”. Ad aprile dello stesso anno ritorna sul piccolo schermo con la miniserie TV “Valentino – La leggenda” (regia di Alessio Inturri). Successivamente è il protagonista della serie “Furore, il vento della speranza” (diretto da Alessio Inturri) dove interpreta il ruolo di maggior successo della sua carriera.

  • shares
  • Mail